Musica
Il volto della sua terra e i sogni di un'artista appassionata.
Nancy Velardita

Julieta Sartori, un mix di talento, personalità e amore per la musica,in tutte le sue declinazioni.

Julieta Sartori, sedici anni, argentina, musicista poliedrica e promettente, nonostante la verde età; un giovane vulcano pronto ad esplodere per energia e carica vitale. Nata e cresciuta a Buenos Aires, una città vivace e multiculturale, sin dalla più tenera età coltivava il sogno di  esprimere il suo mondo interiore attraverso le svariate declinazioni del linguaggio musicale. E pare esserci riuscita.

Cantante, compositrice, mezzosoprano, Julieta è anche insegnante di canto presso scuole argentine. Ha debuttato con la celebre pianista Maria Luis Jean Mirabelli ed ha collaborato con Juan Pablo Granatelli, un guru per la chitarra elettrica. Dopo l'esperienza con tali numi tutelari, il rapporto con la musica, con la scrittura e soprattutto con le suggestioni del Jazz,altra sua passione, è proseguito inarrestabile. Dinamismo, studio costante e apertura ai nuovi linguaggi musicali, oltre alla competenza tecnica, sono la sua cifra. Si è esibita sin da giovanissima come solista, come musicista da camera con piccole e grandi ensembles; è riuscita a valicare i confini della sua terra e a farsi apprezzare  anche in Brasile, in Uruguay e in Italia. Nelle sue canzoni non si sente solo una voce calda e intonata, ma si possono percepire l'anima e l'entusiasmo. Molte le attenzioni che la  stampa ha riservato a Julieta, che si è fatta conoscere dai lettori della rivista “Mujer” e da altre riviste argentine. 

Julieta si è raccontata anche a noi: “Dovremmo sempre ascoltare intensamente la musica per comprenderne l'essenza più profondamente, per sentirci  commossi e identificati, per sentirci rappresentanti della nostra stessa vita”

E ancora…  “Il mio progetto nasce nel 2016, quando avevo 9 anni e ho iniziato a formarmi artisticamente e musicalmente, a salire sul palco, a scrivere, comporre e produrre il mio primo album con l'aiuto dei miei coach. Il debutto con l'artista Juan Pablo Granatelli alla chitarra elettrica e con Maria Lucian Mirabelli al pianoforte mi ha dato spinta e fiducia.  A otto anni frequentavo un'accademia e a nove anni ho imparato la composizione. Ho iniziato a suonare il pianoforte con il direttore di Yamaha Music, con il quale ho collaborato anche per i libri di teoria musicale”.  

Apprezza l’Opera lirica italiana, ormai patrimonio culturale dell'umanità. Nel 2020  ha potuto perfezionare la sua voce con il mezzosoprano del Colón e continua a studiare la tecnica italiana e il canto lirico. Nella sua celere carriera Julieta ha tenuto molti concerti come solista e altri in duo, e ha composto diverse canzoni.  Da poco ha presentato il festival “Classiche forme” insieme a María Lujan Mirabelli, in un duo pianistico che mixa sapientemente musica classica, danza, teatro, letteratura e arte.  Quando le chiediamo per quale motivo abbia mantenuto il nome all'anagrafe e non abbia scelto pseudonimi o altri nomi, seguendo, magari, le mode, le onde o le esigenze del marketing e dell'apparato pubblicitario, lei risponde candidamente : “Cosa c'è di più speciale del nome con cui mi sono identificata per tutta la mia vita? È il mio sigillo, semplicemente io, Julieta”. 

Trabocca di personalità. 

 Dichiara di amare molto l'Italia, la terra del bel canto, la terra in cui i suoi progenitori hanno avuto le radici. Le piace Roma, città che spera di potersi vivere per un po’ di tempo, per apprezzarne le bellezze artistiche e le novità musicali. La sua tournée continua, e  prossimamente, il 20 febbraio, la vedremo calcare il palcoscenico proprio a Roma, presso la Casa argentina.

Allora ti aspettiamo. Sorprendici, talentuosa Julieta!

 

News correlate
Slovenia - 72° Festival di Lubiana,un’estate di eventi indimenticabili

Il Festival di Lubiana si appresta ad inaugurare la stagione estiva all’insegna dell’eccellenza culturale e di straordinarie esperienze musicali, in un avvicendarsi stimolante e multietnico, che conta oltre 4000 artisti provenienti da 40 Paesi del mondo!


Musica & Miti anni 80, Lisa Frazier esce con il nuovo singolo “I Want a Lover”

Una delle voci più apprezzate nella musica pop anni ‘80 nel mondo, torna con un nuovo singolo dopo le preziose collaborazioni con Stevie Wonder, Ray Charles, Jennifer Lopez, Ziggy Marley…


Il Teatro Studio “Gianni Borgna” presenta la violoncellista e cantante cubana Ana Carla Maza

Finalmente a Roma, per la quarta tappa del suo tour italiano 2024, la violoncellista e cantante cubana Ana Carla Maza, in concerto al Teatro Studio “Gianni Borgna” dell’Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone”


Woman in Jazz

L '8 marzo il Museo del Sax celebra Madame Elise Hall con un volume e concerti dedicati a donne saxofoniste


Al via la Quarantesima Edizione del Festival Printemps des Arts di Monte-Carlo

Il tema conduttore quest’anno, come mostra il manifesto del festival e la scritta su di esso apposta “chants de la terre”, sarà la terra, il rapporto tra l’uomo e la natura.


Nuovo album per Flora Vona

E’ in uscita il nuovo Album di Flora Vona “Baciami L’Anima” ed un videoclip “Mari e incendi” sul canale YouTube dell’artista, nel videoclip anche il ballerino Samuel Peron.


Zagarolo - In arrivo un corso di management musicale con formazione e tirocinio

Il corso propone un piano formativo elaborato attraverso il confronto con associazioni di categoria e rappresentanti dei diversi settori della "Music Business".


A giugno la terza edizione del “Musica Regina in Villa” International Music Festival a Villa della Regina

Per il terzo anno consecutivo l’Associazione Amici di Villa della Regina ospita il Musica Regina in Villa International Music Festival con la direzione artistica del pianista-concertista Francesco Mazzonetto.


Centenario Aeronautica Militare: con “Legacy Of The Sky” tributo a 5000 piedi del violinista Andrea Casta

La presentazione ufficiale il 19 dicembre al concerto celebrativo all’Auditorium Parco della Musica di Roma


Roma Omnium: l’opera dell’artista audiovisivo Philip Abussi per il progetto RomAImago della Casa delle Tecnologie Emergenti di Roma Capitale

L'evento alla Casa delle Tecnologie Emergenti di Roma