Altro
Nel 65% delle città, non ci sono le competenze necessarie a prevedere la domanda. SWITCH lancia il software per la gestione ottimale dei mezzi e della loro distribuzione, per servizi migliori e incentivare la mobilità condivisa
Sergio Ferroni

La SharingMobility diventa più efficiente e smart, grazie all’Intelligenza Artificiale di SWITCH

Foto cover: Team Switch

Cresce la mobilità condivisa anche in Italia. Secondo l’ultimo report dell’Osservatorio Nazionale SharingMobility, i noleggi sono aumentati del 61%. Di questi, i più numerosi sono stati quelli di monopattini (51%), seguiti da bike (23%),macchine (17%) e scooter (9%).  Una domanda in crescita costante, che non sembra essere facile da gestire. Secondo una rilevazione effettuata da SWITCH, startup tecnologica che produce software al servizio della SharingMobility, il 62% delle amministrazioni locali si dichiara insoddisfatto delle attuali capacità di previsione della domanda, e secondo una ricerca di POLIS* il 55% dichiara di non avere il know-how necessario per una gestione ottimale dei dati relativi alla flotta e il 65% di non avere abbastanza risorse per questo.  Il risultato è che spesso i singoli mezzi trovano una distribuzione inefficiente, con troppi veicoli in aree con scarsa domanda e mezzi insufficienti dove, al contrario, questa è maggiore. Anche la manutenzionenon riesce ad essere ottimale, con il risultato di lasciar fermi alcuni mezzi, magari in periodi di picchi della richiesta. In supporto dei player del settore, SWITCH ha sviluppato un softwareper la gestione di flotte di SharingMobility, basato su tecnologia ML/AI (Machine Learning/Intelligenza Artificiale), che utilizza i dati di viaggio, analizza e tiene conto degli eventi locali, e le caratteristiche della città, per suggerire la migliore distribuzione dei veicoli in base alla domanda di mobilità prevista. Poter prevedere la domanda è un enorme vantaggio per gli operatori, che possono così decidere di spostare i mezzi sulla base delle previsioni. Questo consente di evitare di lasciare i veicoli fermi troppo a lungo, condizione che rappresenta un mancato guadagno, soddisfacendo un numero maggiore di utenti. Inoltre, questi dati possono guidare le decisioni del management anche in caso di manutenzione, valutando quali siano i mezzi ai quali dare la precedenza.  Una soluzione innovativa, che può cambiare il volto della mobilità condivisa, rendendola sempre più rispondente ai bisogni reali della cittadinanza. Per il valore del prodotto, SWITCH è tra le startup di alto valore che sono state selezionateedinvitate a partecipare al Micromobility Europe, la più grande conferenza al mondo sui veicoli di piccole dimensioni, che si terrà l’8 e il 9 giugno ad Amsterdam, nel corso del quale terrà anche uno speech.  Il sistema è di semplice utilizzo, e non richiede da parte degli operatori competenze specifiche. Attualmente, il software di SWITCH è già in uso nella città di Torino, in collaborazione con CTE Next, Comune di Torino e 5T, la società in-house che gestisce la Centrale della Mobilità e dell’Infomobilità del Comune di Torino, della Città metropolitana e la Centrale della Mobilità della Regione Piemonte.

Una flotta costa, specie quando è ferma. E oggi nessun imprenditore può permettere che le sue risorse rappresentino un costo per la maggior parte del tempo, anziché un guadagno. – CommentaMatteo Forte, CEO di SWITCH – Il nostro software raccoglie i dati dei mezzi, che le varie compagnie già hanno, e li arricchisce ed integra con altri, come meteo, eventi locali, tipologia di zona, flusso di persone stimate per la fascia oraria… Questi sono tutti elementi che incidono in misura significativa sulla domanda. Ad esempio, in caso di pioggia, si useranno molte macchine e pochi monopattini, se ci sono eventi particolari, come partite di calcio o concerti, ci sarà più richiesta, e così via. Questi dati vengono elaborati da un sistema di Intelligenza Artificiale e Machine Learning, per prevedere gli scenari più probabili, dando la possibilità ai gestori delle flotte di organizzarle al meglio per tempo. Questo vuol dire non solo ottimizzare la distribuzione dei veicoli, ma anche aumentare i guadagni delle aziende e valutare gli interventi di manutenzione più urgenti, tagliando i costi. Utilizzare SWITCH ottimizza le operazioni di manutenzione, offrendo una classificazione e prioritizzazione accurata delle azioni da mettere in atto, suggerendo anche l’ordine e il miglior percorso con cui portarle a compimento”.

News correlate
Grand Bahama, calda accoglienza e versatilità

L’isola di Grand Bahama è incastonata tra chilometri e chilometri di sabbia bianca, riserve naturali e luminose acque marine verde smeraldo.


Crescono i matrimoni, ma a fare da traino sono le seconde nozze.  L’amore è over 40

Avv. Ruggiero: “Nonostante acceleri la fine di un matrimonio, il divorzio breve di fatto favorisce l’amore”. I nuovi incontri sono sempre di più online, su app che creano connessioni vere come PhaseApp, oltre il concetto di swipe tra le foto


“CHANGING”: al MIA Photo Fair Marilù S. Manzini espone “Greta”.

L’artista con l’esposizione dell’immagine di Greta Thunberg evidenzia l’autodistruzione dell’essere umano.


Agriumbria giunge alla 55ª edizione

A Bastia Umbra dal 5 al 7 aprile la fiera nazionale dell’agricoltura, della zootecnia e dell’alimentazione ha visto un parco espositori di oltre 450 stand in rappresentanza di oltre 2.800 marchi e nuovi produttori di macchine e attrezzature agricole


‘Life Pass Day’, sicurezza in pista a La Thuile

Quando si parla di sicurezza in montagna, si parla di rispetto per gli ambienti circostanti e per le persone che, come voi, vogliono praticare uno sport outdoor in tutta serenità.


Giovani: Agia -Cia Confagricoltori, finalmente arriva la legge per gli agricoltori under 40

Passa al Senato la Pdl Carloni. Associazione centrale nella stesura del testo. Servono più risorse


Internet couples: l’amore nasce online e nel 2037 la metà delle nascite sarà costituita da “e-bebè”

Cambiano i modi di relazionarsi e di cercare partner, con sempre meno tempo da dedicare a queste cose. PhaseApp ha ideato un sistema innovativo per capire sin da subito l’affinità e mantenere vivo il dialogo


Bacanal del Gnoco:  dietro le maschere carnevalesche, una storia lunga quasi 5 secoli

Che grande festa il Carnevale di Verona, condito di riti e tradizioni che affondano le radici nel 1500 e in una terribile carestia.


GE Distribuzione in partnership con Wizards of the Coast

Il player avvia la distribuzione diretta dei brand “Magic: The Gathering” e “Dungeons & Dragons”. L'accordo amplia il portafoglio di prodotti e rafforza la presenza commerciale di GE in Italia nel settore strategico delle Carte Collezionabili


"Christmas Word" continua fino al 7 gennaio

Numerosa l'affluenza di persone di tutte le età al parco di Villa Borghese