Arte e cultura
6 –13 Aprile 2024 presso la Villa Comunale di Frosinone in via Marco Tullio Cicerone 31
Elena Parmegiani

Al via la Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea “ReINCONTRI

Da Sabato 6 Aprile a Sabato 13 Aprile 2024 a Frosinone, capitale del Ciociaria in arrivo una Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea di grande prestigio dal titolo ReINCONTRI”, ideata e fortemente voluta dalla Dr.ssa Sylvia Irrazabal, project manager culturale da anni impegnata nella ricerca di nuovi linguaggi artistici e culturali che uniscano popoli e continenti in Europa come in America Latina.  

Un appuntamento singolare e emozionante curato dall’illustre critico d’arte prof. Alfio Borghese.

Evento da non perdere per gli amanti dell’arte, attesi dal territorio ciociaro e da tutta la penisola per un Vernissage  Evento il 6 Aprile alle ore 17.00  alla presenza del Sindaco di Frosinone  Riccardo Mastrangeli  presso la Villa Comunale della capitale ciociara  in Via Marco Tullio Cicerone 31.                                                

In mostra 17 Artisti europei e latino-americani  per un progetto d’incontro e dialogo interculturale, che vede l’arte al centro della comunicazione tra popoli e culture diverse. 

Artisti uruguayani, dominicani, cubani che si uniscono ad Artisti italiani e spagnoli in un  dialogo artistico volto a generare incontri sempre nuovi e stimolanti.

 

Special Live Performance della cantante e artista Iris Pellegrini con sonorità e linguaggi musicali che accomunano le diverse culture latine ed europee.

Negli otto giorni di apertura della Mostra – tutti i giorni dalle ore 16 alle 19,30 -  si potranno apprezzare le opere plastiche e scultoree provenienti da varie latitudini.                                                                                                                                                                                                                          ---- °°°°----

Della Mostra ci parla Sylvia Irrazabal, project manager culturale, ideatrice dell’Evento:

Come nasce e che cosa rappresenta la mostra “Re-INCONTRI” in Ciociaria ?                          .                                                             “L’idea di Mostra Collettiva Internazionale d’Arte Contemporanea alla Villa Comunale di Frosinone, intitolata Re-INCONTRI  nasce da un esplicito invito del Sindaco  Riccardo Mastrangeli  da sempre impegnato a valorizzare la cultura e l’arte e a proporre ai sui cittadini e a tutto il territorio iniziative di successo.  Il messaggio che abbiamo voluto mandare volto a valorizzare le occasioni di incontro e dialogo interculturale  tra artisti di differenti continenti e di diverse espressioni, esperienze e sperimentazioni artistiche è stato colto pienamente e apprezzato da Riccardo Mastrangeli già nella edizione romana della Mostra nel novembre scorso a Roma, che ne ha fortemente voluta la sua riedizione ciociara insieme al  curatore ed illustre critico d’arte prof. Alfio Borghese“.                         .                                                        Cosa potrà essere maggiormente apprezzato di questo progetto artistico?                                          .                                                                                      “La Capitale Ciociara ed il suo ricco territorio sono una cornice splendida nella quale inserire questa Mostra collettiva Internazionale d’Arte Contemporanea “ReINCONTRI”, un ponte tra culture che dimostra come il territorio possa davvero essere uno strumento a disposizione della collettività per la creazione e l’implementazione di pratiche interculturali, dove tutti cittadini possono essere protagonisti nella valorizzazione della città, prendendosi cura di essa e contribuendo ad arricchirla, offrendo il proprio personale contributo. peculiare proprio perché dato anche dalle differenti origini, esperienze, competenze e sensibilità”.

News correlate
Il gusto del design italiano

La mostra che racconta l’evoluzione del design nell’ambiente cucina, per celebrare l’ingegno e la creatività italiana


Antonio Fugazzotto presidente del Circolo delle Vittorie presenta il libro di Marco Travaglio “Israele e i palestinesi in poche parole “

“Israele e i palestinesi in poche parole” – Il libro delinea senza lungaggini e con chiarezza i tratti storici, importanti e forse fondamentali per comprendere meglio le dinamiche e anche le cause di uno tra i più annosi e sanguinosi conflitti


La critica d'arte internazionale Marta Lock presenta a Vienna la personale di Katia Papaleo

La magia pittorica di Katia Papaleo protagonista a Vienna, presso la prestigiosa e centralissima “City Gallery Vienna”


“AVEVO UN SOGNO…  con la mano sbagliata” -  Mostra personale di Miriam Brancia

Cinzia Cotellessa presenta nella sua galleria Studio CiCo di Roma la vincitrice della manifestazione SPACE ONE 2023 Miriam Brancia


… E la Luna rispose

“… E la Luna rispose. Taccuino notturno di visioni fiabesche e intuizioni astrologiche” di Massimo Bomba e Antonella Sotira Frangipane


Visse d’arte

Visse d’arte, Giacomo Puccini e le sue opere nella reinterpretazione pittorica di Corrado Veneziano


La Galleria Il Leone di Roma presenta la 2a edizione della mostra "La Magie dell'Erotisme"

Si è inaugurata una "intrigante" mostra alla Galleria "IL Leone" di via Aleardo Aleardi, a due passi dalla magnifico piazza di S. Giovanni in Laterano.


La Borgo Pio Art Gallery di Roma presenta - Evoluzione dell’arte “l’origine della vita-immagini”, mostra antologica dedicata al maestro Armando Arpaja  curata da Sveva Manfredi Zavaglia

Dare una definizione dell’arte del maestro Armando Arpaja non è facile, artista instancabile dalla carriera lunghissima, pittore, fotografo e poeta. Nato a Roma, ma cittadino del mondo, di quel mondo di cui è stato fedele testimone.


“Contemporanea – mente” - Un appuntamento d’arte all’Ambasciata della Repubblica dell’Iraq

Si è svolto nella splendida location dell’Ambasciata della Repubblica dell’Iraq il Vernissage “Contemporanea – mente” con l’ Ambasciatore dell’Irak a Roma: S. E. Saywan Barzani a fare gli onori di casa


Lo Spazio Espanso di Palazzo Capizucchi di Roma inaugura la mostra collettiva  “Artificialis”

La mostra curata dal marchese Roberto Bilotti Ruggi d'Aragona diviene palcoscenico della metamorfosi natura-artificio, aggregazione di singoli processi di percezione visiva volti al coinvolgimento emotivo del pubblico.