Moda e bellezza
Celebrate le eccellenze manufatturiere nel settore della moda all'evento dedicato all'artigianato romano, organizzato dalla Maison Battistoni e promosso da M.Ro & Italian Delegation Made in Italy
Sergio Ferroni

L’arte del Made in Italy: Artigiani Romani della Moda e della Manifattura a Palazzo Piacentini

Si è svolto presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), l’  evento dedicato all’artigianato romano, organizzato dalla Maison Battistoni e promosso da M.Ro & Italian Delegation Made in Italy. L’evento ha celebrato le eccellenze manufatturiere nel settore della moda e oltre, con la partecipazione di 6 postazioni operative dove gli ospiti hanno potuto osservare gli artigiani al lavoro nella realizzazione delle loro opere, completamente Made in Italy.  Oltre 150 partecipanti, tra privati e rappresentanti delle istituzioni, hanno avuto l’opportunità di ammirare da vicino le tecniche e la creatività nel processo di costruzione di manufatti, tra cui abiti su misura della Maison Battistoni, paralumi artigianali, vetrate d’arte, calzature, cappelli e lavori di oreficeria raffinata. È Francesco Capodiferro, Amministratore Delegato di Battistoni, a introdurre l’evento raccontando il rapporto di anni di professionalità e amicizia tra la Maison di via Condotti e gli artigiani romani, che sapientemente operano nelle loro postazioni; ricordando con quanta fatica e con quanta dedizione da ben tre generazioni queste aziende italiane portano la propria eccellenza, la propria capacità artigiana sul mercato.

Intervento istituzionale

A fare gli onori di casa nella spettacolare cornice storica della sala degli Arazzi di Palazzo Piacentini, sede del MIMIT,  il Vice Ministro, Onorevole Valentino Valentini, che ha ringraziato gli artigiani per la loro presenza “in questa chiesa laica che ha ritrovato oggi la propria vocazione storico-artistica”.  Palazzo Piacentini infatti è stato realizzato dall’omonimo architetto su un terreno di via Veneto, originariamente occupato dal convento dei frati Cappuccini. Le opere artistiche presenti sono state firmate da diversi artisti famosi, tra i quali Mario Sironi e Ferruccio Ferrazzi, autore degli splendidi arazzi siti nella sala che da essi prende il nome.

“L’artigianato italiano rappresenta un’arte intrinseca e una vocazione unica“, ha sottolineato il Vice Ministro. “Costituisce un elemento fondamentale del Made in Italy, rinomato a livello internazionale, il quale, nell’ambito di questa amministrazione ministeriale, ha contribuito significativamente a rafforzare il nostro apprezzamento per le eccellenze nazionali. È imperativo proteggere i nostri marchi storici e preservare le tradizioni delle famiglie di artigiani, spesso operanti nell’ombra, mentre affrontano sfide quotidiane. Tuttavia, il loro orgoglio e il coraggio dimostrato nella perpetuazione delle loro abilità artigianali sono veramente ammirevoli”.

“Oggi, la competizione per mantenere la qualità autentica del Made in Italy è estremamente elevata – ha concluso Valentini – con una prevalenza dei brand commerciali. Inoltre, la pratica sempre più diffusa della contraffazione dei marchi aggiunge ulteriori sfide. La recente legge sul Made in Italy è stata promulgata proprio per proteggere le filiere tradizionali e promuovere la formazione di alta qualità nelle aziende italiane a conduzione familiare. In un contesto in cui sembra più semplice esplorare Marte che preservare le nostre eccellenze locali, è fondamentale adottare misure per salvaguardare il patrimonio artigianale italiano”. Come parte della proposta legislativa dell’attuale Governo italiano e sostenuta dal Ministero dell’Istruzione e del Merito e dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy è nato anche il Liceo del Made in Italy. Un’iniziativa che mira alla valorizzazione, promozione e tutela del Made in Italy, riconoscendo l’importanza strategica di preservare e promuovere l’eccellenza dei prodotti italiani sul mercato nazionale e internazionale.

Il contributo di M.Ro & Italian Delegation Made In Italy

Nell’ambito della promozione dell’evento, con particolare attenzione alla valorizzazione delle realtà artigianali del Made in Italy anche all’estero, ha contribuito Romina Nicoletti, CEO e Fondatrice di M.Ro & Italian Delegation Made in Italy. Ha dichiarato: “L’artigianato italiano, universalmente riconosciuto come Made in Italy, conserva tradizioni millenarie ed è divenuto un simbolo globale di qualità e tradizione. Le esportazioni italiane lo confermano; con oltre 220 miliardi di euro nel 2020, l’Italia si conferma leader manifatturiero in Europa.  Inoltre, la costante crescita delle esportazioni Made in Italy testimonia l’apprezzamento internazionale per il design, l’innovazione e la durabilità dei prodotti italiani, contribuendo notevolmente al PIL e alla reputazione globale dell’artigianato italiano.

Con il format ‘Italian Delegation Made in Italy’, siamo pronti a invitare gli artigiani romani qui presenti al FITCE, prossimo Expo in Florida dal 23 al 24 ottobre 2024, il quale per il secondo anno consecutivo aprirà alle aziende italiane le porte del mercato nordamericano, grazie al nostro esclusivo allestimento nel Padiglione interamente dedicato all’Italia”. Il FITCE vedrà la partecipazione dell’Italia insieme ad altre 70 nazioni e attirerà la presenza di circa 2000 visitatori. “Non si può parlare oggi di Made in Italy senza pensare di accelerare la transizione digitale in Italia attraverso strumenti che permettano alle aziende italiane di esportare qualità anche da remoto. Come sarebbe il caso di un marketplace, stile Amazon, concertato con tutti i Paesi europei”, conclude Nicoletti.

Gli artigiani partecipanti

Hanno partecipato all’evento gli artigiani romani di Maison Battistoni, Arredi Cioccolini, G. Marini Calzature, L.A.R. – Paralumi, Patrizia Fabri – Antica Manifattura Cappelli, Sergio Quattrocchi Oreficeria, Vetrate D’Arte Giuliani. (Oriana Mariotti)

News correlate
Al via il SIME dal 10 al 12 maggio

Quest'anno il congresso di medicina estetica si svolgerà a Roma al centro congressi la Nuvola.


Presentata a Roma la nuova linea “ExCellanza” della stilista Giuliana Cella, evento curato dalla nota PR Paola Mazzuccato

“ExCellanza”: Giuliana Cella firma per Coin Excelsior, GC.CI, una capsule itinerante in speciali corner pop up nei department store di quattro città italiane


Arte Capitale e Morfosis nella Coffee House di Palazzo Colonna

Un week end dedicato all’arte e alla moda sarà quello di venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 aprile 2024 a Palazzo Colonna.


Morfosis presenta la nuova collezione Spring/Summer 2024 alla Coffee House di Palazzo Colonna

La collezione Morfosis è pensata per una donna raffinata, non omologata, originale e orgogliosamente imperfetta perciò unica nel calcare le strade urbane in qualsiasi ora del giorno e della notte.


Laura Mantovi: i merletti che diventano gioielli

Ci siamo lasciati alle spalle da poche settimane le più belle sfilate di moda su frenetico scenario internazionale per la collezione autunno-inverno 2024-2025.


Vittorio Camaiani presenta la collezione “Ritorno in Oriente” alla Galleria del Cardinale Colonna

La nuova collezione Spring/Summer 2024 di Vittorio Camaiani intitolata “Ritorno in Oriente” ci ripropone un tema caro allo stilista marchigiano: il viaggio.


Magica Primavera District: arte, moda e solidarietà a Palazzo Colonna

Il 15, 16 e 17 marzo 2024 l’esposizione d’arte e artigianato nella Coffee House


Il trionfo di Anton Giulio Grande alla Milano Fashion Week 2024 con “Callas Rock Forever”

La sfilata, organizzata in collaborazione con Lineapelle-Unic Concerie Italiane, ha portato in scena delle esclusive lavorazioni pelle e dei sensazionali look genderless.


Anton Giulio Grande alla Milano Fashion Week 2024 con la collezione “CallasRock Forever”

Il talentuoso couturier Anton Giulio Grande presenterà martedì 20 febbraio 2024 alle ore 16,00 la collezione “Callas Rock Forever” a Fiera Milano Rho.


“Look Totalbrand” l’arte di Alessandro Maritato approda a San Remo

L’arte del parrucchiere: La magia d’arte e di tecnica