Moda e bellezza
La collezione fall-winter 24-25 che celebra passato e presente, mondo onirico e realtà
Sergio Ferroni

Takaturna presenta Ancestral Dreamscape

Un viaggio affascinante verso le radici dell’umanità, un ritorno alle origini che esplora la connessione tra la nostra ancestralità e la visione sognante tipica dell’ingenuità e della creatività infantile. Questa è Ancestral Dreamscape, la collezione fall-winter 2024-2025 by Takaturna dove ogni capo è il connubio tra passato e presente, tra mondo onirico e realtà e si fa portavoce di un messaggio sulla ricerca della propria identità partendo dalle radici estetiche e sociali antiche e scavando nel nostro inconscio per farci vivere, e indossare, il presente con una nuova prospettiva.   Celebrando l’artigianalità, la capsule riporta in primo piano tecniche tradizionali che si intrecciano con la dimensione primordiale e i capi incarnano il concetto di scarificazione che ricorda i tatuaggi dei popoli dell'Africa e dell'Oceania. Le maglie lavorate dal filo spesso, i giochi di calature con motivi grossi a punto riso e stramati, le lavorazioni embossed, i ricami e i motivi a rilievo prendono vita attraverso i capispalla, i pull, le jumpsuit, i pantaloni e non solo, fondendosi con il corpo di chi li indossa. I tessuti di altissima qualità, eco-friendly e provenienti da fornitori italiani, francesi e giapponesi che pongono grande attenzione all'ambiente per garantire elevati standard di qualità, innovazione e sostenibilità, offrono un’esperienza sensoriale e tattile grazie a velluti, lane, twill e jacquard mentre i colori saturi e brillanti come il verde acqua, il viola, il rosa, il blu e il seppia trasformano il quotidiano in una tela multicolore.  

Ancestral Dreamscape comunica i valori inclusivi di Takaturna che da sempre si ispira alla natura. Abbinando pattern, colori e suggestioni dei popoli che abitano negli angoli più remoti del mondo con lo stile contemporaneo, la collezione fall-winter 24-25 crea un’identità che rende il marchio ancora più unico e riconoscibile. Così come unico è il kinetic cut grazie al quale ogni capo è tagliato da un singolo pezzo di tessuto e quando le cuciture vengono unite, si trasforma in abito. Questo metodo di lavorazione punta sull’analisi dei movimenti biomeccanici naturali del corpo e permette di lavorare i diversi materiali con precisione millimetrica. A differenza di quelli convenzionali, in cui il fisico è immobile, il taglio cinetico si basa sulla connessione tra il tessuto e il movimento umano e sfrutta i punti di innesco anatomici. La tecnica richiede minor tempo di cucitura e stiratura, rendendo il processo altamente efficiente e sostenibile, e riduce lo spreco di materie. Non solo: con il kinetic cut ogni outfit regala una maggiore ampiezza di movimento perché la forma dei capi è destrutturata a partire dalle spalle e aggiunge volume alla schiena senza la restrizione del giromanica. Proprio grazie a questa shape ogni outfit Takaturna è genderless e adaptive perché la libertà prescinde dalla distinzione tra lui e lei e dalla forma fisica della persona. La filosofia inclusiva del brand si evince anche da importanti particolari: le chiusure con i tiranti a scorrimento sostituiscono le cinture, le abbottonature scelgono i magneti ai bottoni e il kinetic cut favorisce l’ampiezza di movimento e il confort anche in coloro che hanno bisogno di supporti per deambulare.  Ancestral Dreamscape, realizzata made to order, è anche disponibile presso lo showroom ToraTora di via Pietro Colletta 69 a Milano (la presentazione si terrà dal 2 al 13 febbraio) e da inizio marzo nello showroom Takaturna in via San Pio V 1 a Mondovì (CN).

Takaturna nasce dall’expertise della Famiglia Comino che da 60 anni e 3 generazioni condivide la passione per la moda e per lo stile e che si distingue per la produzione a mano di capispalla e abiti haute de gamme realizzati per le più importanti Maison di moda italiane e internazionali. L’azienda, che sorge a Mondovì (CN) in quelle Langhe elette a patrimonio Unesco, da sempre attribuisce grande valore alla sostenibilità e agisce in modo etico, inclusivo e trasparente sia a livello di relazioni, gestione aziendale e scelta dei fornitori sia nella selezione dei materiali eco-friendly e rigenerati, sia nella filiera produttiva che controlla direttamente.

Francesca Comino, Creative Director del brand, sottolinea: “Indossare un abito è una scelta. È un gesto di libertà personale, indipendentemente dal proprio genere. Per questo gli outfit Takaturna sono genderfluid e realizzati attraverso una particolare modellatura che li rende agevoli per chiunque. Siamo convinti che i capi di abbigliamento non debbano essere vincolati alla specifica identità di genere, ma debbano rispettare una libertà di espressione individuale. Abbiamo voluto che il nostro design si adattasse sia al corpo maschile che a quello femminile senza togliere una connotazione di genere all’uno o all’altra. Un’estetica contemporanea, fuori dagli schemi, che ha vantaggi anche etici e sostenibili: lo stesso capo di abbigliamento può essere infatti indossato da più persone all’interno dello stesso nucleo familiare. Linee semplici e poco sagomate, pochi dettagli, pantaloni dritti, casacche, camice ampie. Ma non solo. Dai cappotti alle t-shirt, ogni capo è progettato per adattarsi al movimento e i tessuti sono ricercati di fibre naturali altamente sostenibili o innovative come il filato in Econyl®, il tessuto altamente performante Sensitive®, il poliammide riciclato giapponese con trattamento anti-goccia”.

Nao Okawa per Takaturna

Il brand Takaturna dal 2022 è disegnato dal designer di origine giapponese Naohiko Okawa. Naohiko nasce a Tokyo e si trasferisce nel 1994 a Parigi; vanta nel suo percorso artistico collaborazioni con brand come Jean Paul Gautier, Chloé, Emmanuel Ungaro, Adeline André e Guy Laroche, e la direzione artistica di Marithé et Francois Girbaud. Appassionato di artigianato e design futuristico, volumi couture e abiti da lavoro, sneakers e manga, Nao Okawa lavora con uno stile che riflette la sua personalità: una fusione unica del Giappone tradizionale e urbano, combinato con elementi della cultura internazionale e del made in Italy, valori che perfettamente si sposano e arricchiscono la filosofia di Takaturna.

 

News correlate
Presentata a Roma la nuova linea “ExCellanza” della stilista Giuliana Cella, evento curato dalla nota PR Paola Mazzuccato

“ExCellanza”: Giuliana Cella firma per Coin Excelsior, GC.CI, una capsule itinerante in speciali corner pop up nei department store di quattro città italiane


Arte Capitale e Morfosis nella Coffee House di Palazzo Colonna

Un week end dedicato all’arte e alla moda sarà quello di venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 aprile 2024 a Palazzo Colonna.


Morfosis presenta la nuova collezione Spring/Summer 2024 alla Coffee House di Palazzo Colonna

La collezione Morfosis è pensata per una donna raffinata, non omologata, originale e orgogliosamente imperfetta perciò unica nel calcare le strade urbane in qualsiasi ora del giorno e della notte.


L’arte del Made in Italy: Artigiani Romani della Moda e della Manifattura a Palazzo Piacentini

Celebrate le eccellenze manufatturiere nel settore della moda all'evento dedicato all'artigianato romano, organizzato dalla Maison Battistoni e promosso da M.Ro & Italian Delegation Made in Italy


Laura Mantovi: i merletti che diventano gioielli

Ci siamo lasciati alle spalle da poche settimane le più belle sfilate di moda su frenetico scenario internazionale per la collezione autunno-inverno 2024-2025.


Vittorio Camaiani presenta la collezione “Ritorno in Oriente” alla Galleria del Cardinale Colonna

La nuova collezione Spring/Summer 2024 di Vittorio Camaiani intitolata “Ritorno in Oriente” ci ripropone un tema caro allo stilista marchigiano: il viaggio.


Magica Primavera District: arte, moda e solidarietà a Palazzo Colonna

Il 15, 16 e 17 marzo 2024 l’esposizione d’arte e artigianato nella Coffee House


Il trionfo di Anton Giulio Grande alla Milano Fashion Week 2024 con “Callas Rock Forever”

La sfilata, organizzata in collaborazione con Lineapelle-Unic Concerie Italiane, ha portato in scena delle esclusive lavorazioni pelle e dei sensazionali look genderless.


Anton Giulio Grande alla Milano Fashion Week 2024 con la collezione “CallasRock Forever”

Il talentuoso couturier Anton Giulio Grande presenterà martedì 20 febbraio 2024 alle ore 16,00 la collezione “Callas Rock Forever” a Fiera Milano Rho.


“Look Totalbrand” l’arte di Alessandro Maritato approda a San Remo

L’arte del parrucchiere: La magia d’arte e di tecnica