Economia e finanza
Serve piano condiviso con le istituzioni per incentivare competitività e sostenibilità
Sergio Ferroni

Zootecnia: OICB, settore sia protagonista nel PNRR. Filiera vale 40 miliardi

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, rappresenta un’occasione unica anche per il sistema zootecnico nazionale e può consentirgli, con interventi mirati, di contribuire in modo significativo al rilancio economico del Paese nella sua transizione verde e digitale. Serve però un piano condiviso, tra istituzioni e operatori della filiera, con azioni e strumenti, anticrisi e di lungo periodo per il post pandemia. A fare il punto il convegno “PNRR: quali opportunità per le aziende zootecniche?” promosso dall’OICB, l’Organizzazione Interprofessionale Carne Bovina, che riunisce Cia-Agricoltori Italiani, Copagri, Confagricoltura, UNICEB, Assograssi, Fiesa-Confesercenti e con Assalzoo tra i soci fondatori.

            Il settore zootecnico -ha ricordato l’OICB- è fondamentale per l’agroalimentare italiano. Il solo comparto della carne (bovina, suina e avicola) genera un giro d’affari di circa 30 miliardi di euro (10 miliardi alla produzione e 20 nell’industria di trasformazione), che arriva a 40 miliardi includendo latte e uova. In particolare, la carne bovina costituisce in valore il 44% e in volume il 33% dell’intero comparto. La filiera zootecnica italiana è ai primi posti nel mondo per qualità e, da tempo, gli allevatori hanno avviato un percorso improntato alla sostenibilità. Garantire alle aziende zootecniche il giusto equilibrio tra competitività e produzioni compatibili con gli obiettivi green Ue è, dunque, la grande sfida sempre più stringente del post pandemia e che le aziende del comparto potranno sostenere se adeguatamente guidate nel metodo e supportate negli investimenti con strumenti e incentivi, i cui fondi possono arrivare sia dal PNRR che dalla Pac.  Bene, quindi per l’Organizzazione, la disponibilità, annunciata dal Mipaaf, di 6,8 miliardi a beneficio del settore primario e per interventi nel parco agrisolare, in logistica agroalimentare, irrigazione, innovazione della meccanizzazione, contratti di filiera e di distretto, biogas e biometano, banda larga e 5G.

            Occorre coinvolgere sempre di più il sistema allevatoriale e zootecnico nel processo di modernizzazione delle imprese e puntare sul rapporto con i cittadini-consumatori, attraverso  il pieno coinvolgimento della distribuzione,  per maggiore trasparenza e tutela della qualità, prendendo in carico il compito di informare su questioni come il benessere animale, i processi allevatoriali virtuosi, e la logistica all’ingrosso improntata a criteri sostenibili, l’equa distribuzione del valore lungo la catena di approvvigionamento e la creazione di valore dai sottoprodotti, all’insegna dell’economia circolare.

            In questo contesto, segnato pesantemente dagli effetti della pandemia, come dalle fake news sul settore, l’OICB rinnova il suo impegno al dialogo e al confronto nei tavoli istituzionali affinché vengano riconosciute al settore del bovino da carne, dalla filiera produttiva a quella mangimistica e della distribuzione, le giuste risorse, utili ainnovazione e ricerca, in grado di salvaguardarne il reddito e lo sviluppo sul mercato interno ed estero.

All’evento sono intervenuti, il consigliere del Mipaaf, Elio Catania; Matteo Boso, presidente nazionale OICB; Gianmichele Passarini, responsabile filiere Cia-Agricoltori Italiani; Matteo Lasagna, vicepresidente Confagricoltura; Carlo Giulietti, presidente Copagri Veneto; Mario Grosso, consigliere Assograssi; Fulvio Fortunati, vicepresidente Uniceb; Gianpaolo Angelotti, presidente Fiesa Confesercenti; Marcello Veronesi, presidente Assalzoo.

News correlate
IBL BANCA ospita il primo Innovation Day a Roma di FoolFarm, principale venture builder italiano.

IBL Banca ha ospitato a Roma il primo Innovation Day di FoolFarm SpA, uno dei principali venture builder italiani attivo nel settore dell’Intelligenza Artificiale, Cybersecurity e Blockchain.


L'America e il genio della lampada: la nuova economia di Biden

Passata in sordina nella attualità internazionale, trascurata forse dai media e probabilmente ignorata dai più, è la notizia dell'Ordine Esecutivo firmato dal Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, il 12 settembre scorso.


PayDo, il futuro dei pagamenti digitali

PayDo è una FinTech italiana B2B, sul mercato dal 2018, che ha sviluppato una suite di servizi P2P,B2B e B2C a valore aggiunto per innovare l’esperienza dei pagamenti.


Morningstar Awards For Investing Excellence 2022

Riconoscimento di “Empowering Investor Success Award” assegnato al Premio Nobel, Richard H. Thaler, per i suoi studi e le sue ricerche nel campo della finanza comportamentale.


Cibus: Cia-Agricoltori Italiani e Unionbirrai, agricoltori e mastri birrai uniti per filiera local 100%

Valorizzare le imprese artigianali (+93% da 2015, +31% occupati), di cui il 21% birrifici agricoli. Si punti su materie prime locali e identità territoriale


Andrea Signini presenta a Roma la sua ultima fatica letteraria

C'era una volta la Compagnia di Bandiera italiana scritto da Andrea Signini – storico contemporaneista, già dipendente di Alitalia


IL 66° CONVEGNO DI STUDI AMMINISTRATIVI

A VILLA MONASTERO DI VARENNA (LC) DAL 16 AL 18 SETTEMBRE


Premio Bandiera Verde Cia: agricoltura supera crisi con hi-tech e sostenibilità

Alla cerimonia in Campidoglio il riconoscimento alle aziende agricole più innovative in ambito tecnologico, ecologico e sociale. Dal casaro “speleologo” ai robot in stalla fino ai vitigni “eroici”


Ortofrutta: Cia, costruire “un’alleanza” con i Paesi del Mediterraneo

Rivedere accordi commerciali bilaterali e costruire nuove partnership di “macroarea” per rispondere a sfide clima e mercati


Arturo Artom e l’azionariato per l’Inter

L'ambizioso progetto imprenditoriale