Economia e finanza
IBL Banca ha ospitato a Roma il primo Innovation Day di FoolFarm SpA, uno dei principali venture builder italiani attivo nel settore dell’Intelligenza Artificiale, Cybersecurity e Blockchain.
Sergio Ferroni

IBL BANCA ospita il primo Innovation Day a Roma di FoolFarm, principale venture builder italiano.

FoolFarm Spa, fondata da Andrea Cinelli, è una “fabbrica di startup” che costruisce da zero ed in modo “scientifico”, attraverso un processo industriale di 36 mesi, startup nel settore dell’Intelligenza Artificiale, Cybersecurity, Blockchain, sempre basate su brevetti industriali.  L’evento dal titolo “Building the future in Rome” è dedicato al settore Deep-Tech, ovvero soluzioni che utilizzano tecnologie tra le quali Intelligenza artificiale, Blockchain, Cybersecurity, Realtà Aumentata, Machine Learning, Quantum Computing e Deep-Learning e che saranno la base di prodotti destinati a rivoluzionare, in futuro, il mercato e il modo di vivere.  Secondo un recente report di BCG, il Deep-Tech è un mercato in crescita esponenziale e in Europa,  dove si registra un incremento più forte (+50% di CAGR anno su anno dal 2016), ha superato gli oltre €700B di valore per le startup create negli ultimi anni e investimenti superiori ai €70B all’anno  (i ? ad appannaggio di startup in ambito AI e Biotech).   Il primo Innovation Day di Roma si è svolto presso la sede della direzione generale di IBL Banca in Via Venti Settembre 30.  L’appuntamento segue di pochi giorni l’aumento di capitale di FoolFarm per 3,5 milioni di euro complessivi, che ha visto anche l’ingresso di IBL Banca tra i nuovi soci al fianco di Andrea Cinelli, Ceo & Founder di FoolFarm.  Tale operazione consolida la posizione di FoolFarm tra i Venture Builder europei a maggiore capitalizzazione e sarà destinata alla prossima espansione territoriale con l’apertura di una sede a Roma e una a Lecce.   Più in particolare, sarà l’occasione per FoolFarm di presentare anche a Roma il suo modello di costruzione e lancio di Startup innovative.  Il modello di business di questa giovane realtà è tra i primi al mondo ad unire il venture building - ossia la creazione, il lancio e il finanziamento di startup a partire dalle idee e dai progetti selezionati - al corporate venture building, posizionando così FoolFarm quale centro di innovazione esterno per le imprese, che crea e co-fonda startup “di servizio” sulla base delle esigenze e richieste specifiche delle imprese stesse.  Durante l’evento Building the future in Rome verranno presentate Voiceme, che consente di trasformare la voce di una persona nella sua identità digitale, e di pagare, firmare ed autenticarsi con la propria voce; e Upme, che, grazie all’AI, fornisce ai lavoratori un “alter-ego” digitale che integra le classiche fonti di informazioni (email, documenti, messaggi) consentendo un risparmio in termini di tempo e ottimizzando efficienza e costi per le aziende.  Tra i nuovi soci di FoolFarm a fianco di IBL Banca figurano anche il gruppo CRIF, Renato Dalla Riva (ex presidente di Cedacri) e il gruppo Ottavia. KPMG è l’advisor e il partner a supporto delle operazioni di FoolFarm.

“L’ingresso di IBL Banca in FoolFarm rientra nel percorso di diversificazione del business del nostro gruppo che ci vede attivi anche in investimenti nelle nuove frontiere tecnologiche. Siamo lieti di ospitare il primo appuntamento romano di FoolFarm.  È un’opportunità per sostenere e condividere l’importanza di favorire lo sviluppo, a livello nazionale, di un ecosistema fortemente orientato all’innovazione. Accelerare la transizione digitale con progetti ad alto contenuto tecnologico è un tema fondamentale per il settore bancario ed una leva per rendere più competitivo il sistema paese nel suo complesso”,  dichiara Mario Giordano, Amministratore Delegato del Gruppo IBL Banca.

Per IBL Banca l’ingresso nel capitale di FoolFarm segue il recente investimento in Moneytec, fintech italiana in forte crescita specializzata in piattaforme blockchain e soluzioni di intelligenza artificiale, e operativa a livello internazionale, di cui il gruppo bancario detiene il 60%.

“Attraverso questo aumento di capitale e l’ingresso di IBL Banca tra i nostri soci di cui sono sinceramente orgoglioso, FoolFarm Spa consolida la propria posizione tra i Venture Builder europei a maggiore capitalizzazione. Siamo davvero felici di avere al nostro fianco aziende e profili di eccellenza assoluta, che hanno dimostrato piena fiducia nel nostro progetto. FoolFarm vuole essere la fabbrica “100% made in Italy” che costruirà le nuove Startup che svilupperanno l’enorme mercato del cosiddetto “Deep-Tech” a livello europeo contribuendo ad affermare anche in Italia un modello di venture capital più redditizio per gli investitori e più solido per gli startupper.” – commenta Andrea Cinelli, CEO di FoolFarm SpA. “L’aumento di capitale ci consente anche di supportare la nostra espansione nazionale, con l’apertura della sede di Lecce, dove attiveremo collaborazioni con il sistema universitario”.

FoolFarm SpA. Costituita nel luglio del 2020 da Andrea Cinelli, FoolFarm è tra i maggiori Startup Studio in Europa dedicato all’AI e Blockchain. Ha completato a gennaio 2021 una raccolta di 2,1 milioni Euro che ha visto l’ingresso di un team di 30+ co-founder, composto da imprenditori e manager internazionali, nonché la multinazionale Crif.  A Ottobre 2022 FoolFarm ha completato un secondo aumento di capitale con una raccolta di €3,5M da parte di investitori primari tra cui il gruppo IBL Banca. FoolFarm è un Venture Builder in quanto, a differenza di tradizionali incubatori o acceleratori, crea imprese da zero e le porta sul mercato seguendo un processo industriale di crescita e sviluppo della durata di 36 mesi denominato BeFool. Il modello di business è tra i primi al mondo ad unire il Venture Building, ossia la creazione, il lancio e il finanziamento di startup a partire dalle idee e dai progetti selezionati (nelle unit Lab e Garage), al Corporate Venture Building, dove FoolFarm diventa un centro di innovazione esterno per le imprese, crea e co-fonda startup “di servizio” nell’AI sulla base delle esigenze e richieste specifiche delle imprese stesse (nella unit Spark). www.foolfarm.com

IBL Banca è la capogruppo del Gruppo Bancario IBL Banca ed è presente su tutto il territorio nazionale con 120 punti tra filiali e agenti e con una rete di partner che comprendono network bancari, mediatori creditizi e intermediari finanziari. Specializzato nei finanziamenti tramite cessione del quinto, il Gruppo ha ampliato la sua offerta anche con prodotti di raccolta e assicurativi. Oggi il Gruppo conta oltre 800 dipendenti e comprende anche Banca Capasso e Banca di Sconto, IBL Real Estate, IBL Servicing e Moneytec. È controllata da IBL Banca anche la società IBL Assicura, che svolge attività di collocamento di prodotti assicurativi. Il Gruppo ha da tempo avviato un percorso di diversificazione in nuovi business sia tramite le partecipate sia tramite partnership strategiche, con una particolare attenzione all’innovazione e allo sviluppo nel mercato dei crediti NPE.

News correlate
L'America e il genio della lampada: la nuova economia di Biden

Passata in sordina nella attualità internazionale, trascurata forse dai media e probabilmente ignorata dai più, è la notizia dell'Ordine Esecutivo firmato dal Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, il 12 settembre scorso.


PayDo, il futuro dei pagamenti digitali

PayDo è una FinTech italiana B2B, sul mercato dal 2018, che ha sviluppato una suite di servizi P2P,B2B e B2C a valore aggiunto per innovare l’esperienza dei pagamenti.


Morningstar Awards For Investing Excellence 2022

Riconoscimento di “Empowering Investor Success Award” assegnato al Premio Nobel, Richard H. Thaler, per i suoi studi e le sue ricerche nel campo della finanza comportamentale.


Cibus: Cia-Agricoltori Italiani e Unionbirrai, agricoltori e mastri birrai uniti per filiera local 100%

Valorizzare le imprese artigianali (+93% da 2015, +31% occupati), di cui il 21% birrifici agricoli. Si punti su materie prime locali e identità territoriale


Andrea Signini presenta a Roma la sua ultima fatica letteraria

C'era una volta la Compagnia di Bandiera italiana scritto da Andrea Signini – storico contemporaneista, già dipendente di Alitalia


IL 66° CONVEGNO DI STUDI AMMINISTRATIVI

A VILLA MONASTERO DI VARENNA (LC) DAL 16 AL 18 SETTEMBRE


Zootecnia: OICB, settore sia protagonista nel PNRR. Filiera vale 40 miliardi

Serve piano condiviso con le istituzioni per incentivare competitività e sostenibilità


Premio Bandiera Verde Cia: agricoltura supera crisi con hi-tech e sostenibilità

Alla cerimonia in Campidoglio il riconoscimento alle aziende agricole più innovative in ambito tecnologico, ecologico e sociale. Dal casaro “speleologo” ai robot in stalla fino ai vitigni “eroici”


Ortofrutta: Cia, costruire “un’alleanza” con i Paesi del Mediterraneo

Rivedere accordi commerciali bilaterali e costruire nuove partnership di “macroarea” per rispondere a sfide clima e mercati


Arturo Artom e l’azionariato per l’Inter

L'ambizioso progetto imprenditoriale