Turismo
L’International Day for Monuments and Sites dell’ICOMOS e dell’UNESCO, ci porta a scoprire insieme a World Explorer i siti più incredibili del nostro pianeta
Roberto Dionisi

In Asia con World Explorer - Alla scoperta dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità

Ad oggi, i siti inseriti dall’UNESCO nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità, divisi sui 5 continenti, sono 1999. Sono tanti, sono pochi? Sarebbe un proposito quantomeno complesso ed ambizioso, quello di raggiungerne e vederne anche soltanto la metà.  Da più di 50 anni la lista UNESCO viene costantemente aggiornata con il proposito di identificare, proteggere e preservare i siti culturali e naturali più significativi e di eccezionale valore universale del nostro pianeta. Un importante lavoro di tutela e divulgazione, accanto alla cui evoluzione crescono e si adattano, con gli anni, anche i criteri.  Esistono luoghi, sulla Terra, il cui valore trascende ogni possibile classificazione. Siti divenuti proverbialmente Patrimonio dell’Umanità, che fanno parte di un immaginario condiviso da tutti non solo come simbolo dei paesi in cui si trovano, ma anche in quanto simboli di ciò di cui l’Umanità è capace di costruire e ottenere mettendo all’opera il proprio ingegno e le proprie abilità. Dando una forma a un pensiero, a una cultura, a una filosofia.

In occasione della Giornata Internazionale di Monumenti e dei Siti del prossimo 18 aprile, il tour operator World Explorer che, come la lista UNESCO, ha all’attivo più di 50 anni di esperienza, vi porta alla scoperta di questi luoghi straordinari, con viaggi che permettono di apprezzare non solo i siti nella loro interezza, ma anche tutto ciò che li circonda. Perché un monumento è apprezzabile davvero solo se visto e considerato all’interno del proprio contesto, sia questo naturale, architettonico o culturale.

Scopriamo insieme allora, le proposte World Explorer volte a celebrare i Patrimoni dell’Umanità dell’India settentrionale, della Thailandia e degli arcipelaghi dell’Indonesia.

India del Nord Smart e Rajasthan Explorer: meraviglie dell’India settentrionale.

Sapevate che l’India è nella top-ten dei paesi del mondo con più siti iscritti nella lista UNESCO dei Patrimoni dell’Umanità? Sono ben 42 e attraversano, da nord a sud, quello che possiamo considerare a pieno titolo un vero e proprio sub-continente. E siccome da qualche parte bisognerà pur cominciare ad esplorarli, World Explorer vi porta alla scoperta di quelli dell’India del nord, in particolare dello stato del Rajasthan, uno scrigno di tesori.  Jaipur, ad esempio, capitale del Rajasthan inserita nella lista UNESCO nel 2019 e conosciuta come città rosa, deve il suo soprannome al Maharaja Ram Singh che nel 1876 fece dipingere la città vecchia di rosa, il colore associato da queste parti all’ospitalità, per accogliere il principe di Galles e futuro re Eduardo VII. Già dal 2010, però, è Patrimonio dell’Umanità uno dei suoi luoghi simbolo, il Jantar Mantar, un osservatorio astronomico realizzato all’inizio del XVIII secolo.  Al 1986, invece, risale l’iscrizione nella lista UNESCO del Fatehpur Sikri, cittadella costruita per volere dell’imperatore Akbar in arenaria rossa nel XVI secolo, ma abbandonata dopo soli 12 anni per carenza di acqua.  Tre anni prima, invece, era già stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità un sito che non ha davvero bisogno di presentazioni: il Taj Mahal, gioiello d’arte islamica in India e simbolo dell’intero paese, poco distante da cui si erge il sito UNESCO del Forte Rosso di Agra, imponente, meraviglioso e…rosso!

Per maggiori informazioni sui tour e per i programmi completi:

India del Nord Smart

    9 notti – 11 giorni

    Partenze individuali su richiesta tutti i giorni eccetto il lunedì per un minimo di due partecipanti

    Trattamento pernottamento e prima colazione in tutte le località

    Quota per persona in doppia: a partire da € 1370 (voli da e per l’Italia esclusi)

Rajasthan Explorer

    10 notti – 12 giorni

    Partenze individuali su richiesta tutti i giorni eccetto il mercoledì per un minimo di due partecipanti

    Trattamento pernottamento e prima colazione in tutte le località

    Quota per persona in doppia: a partire da € 2360 (voli da e per l’Italia inclusi)

Bali e Komodo Explorer e Bali e Komodo Best: quando il paesaggio diventa Patrimonio

Chi ha detto che un sito UNESCO debba essere per forza un monumento? Molto spesso è invece proprio il territorio stesso, per come viene plasmato dai suoi abitanti e dalla loro cultura, a diventare Patrimonio dell’Umanità: è il caso della provincia di Bali, inserita nella lista UNESCO nel 2012 e contraddistinta dal sistema irriguo dei Subak, che dalla notte dei tempi ha disegnato le colline vulcaniche della più famosa isola dell’Indonesia. In questo complesso sistema di risaie terrazzate e templi come il Pura Luhur Batukaru, visitabile con i tour di World Explorer Bali e Komodo Explorer e Bali e Komodo Best, trova manifestazione il principio filosofico del Tri Hita Karana, che unisce i tre regni dello spirito, del mondo umano e della natura.

Natura protagonista assoluta anche nell’altro sito UNESCO attraversato dai due tour indonesiani di World Explorer: il Parco Nazionale di Komodo, Patrimonio dell’Umanità dal 1991, è abitato da ben 5700 maestosi draghi di Komodo, tra i più grandi rettili esistenti al mondo (arrivano a misurare fino a 3 metri e a pesare 79 kg), oltre che da miriadi di altri animali, come cervi, maiali, scimmie, bufali e vari uccelli.

Per maggiori informazioni sui tour e per i programmi completi:

Bali e Komodo Explorer

    14 notti – 17 giorni

    Partenze: 27 luglio, 3 agosto, 10 agosto, 17 agosto, 24 agosto

    Sistemazione in hotel di categoria Smart, Superior o Deluxe

    Quota per persona in doppia: a partire da € 4220 (voli da e per l’Italia inclusi)

Bali e Komodo Best

    14 notti – 17 giorni

    Partenze: 27 luglio, 3 agosto, 10 agosto, 17 agosto, 24 agosto

    Sistemazione in hotel di categoria Smart, Superior o Deluxe

    Quota per persona in doppia: a partire da € 4570 (voli da e per l’Italia inclusi)

Thailandia Explorer: un patrimonio umano tra archeologia e modernità

La vista all’alto dei grattacieli di Bangkok annuncia, per prima, la complessità di un paese dalle origini antichissime e contraddistinto da bellezze che non smettono di sorprendere. E, naturalmente, anche da diversi siti iscritti nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO: su tutti, le antiche capitali, attraversate dal tour Thailandia Explorer di World Explorer, splendenti reliquie dei secoli passati che raccontano oggi a chi le visita le radici profonde della cultura e della spiritualità thailandesi.

Sukhothai, bene UNESCO dal 1991, fu capitale del regno omonimo per due secoli, è considerata la culla dell’arte, della cultura nonché della lingua thailandese, oltre a essere uno dei siti archeologici più importanti del sud-est asiatico. Sempre del 1991 il riconoscimento UNESCO per Ayutthaya, che fu capitale del regno del Siam (antico nome della Thailandia) dal XIV al XVIII secolo, splendido scrigno d’arte dove svettano, tra gli altri, i chedi dei templi Wat Yai Chai Mongkhon, e del Wat Mahatat, noto per il volto del Buddha incastonato tra le radici di un albero secolare.

Per maggiori informazioni sul tour e per il programma completo:

Thailandia Explorer

    6 notti – 9 giorni

    Partenze: tutti i lunedì

    Sistemazione in hotel ****

    Quota per persona in doppia: a partire da € 1960 (voli da e per l’Italia esclusi)

News correlate
Valle d’Aosta: viaggiare cool, a un altro livello

Alcune idee per una fuga dal caldo della città lì, dove i ghiacciai luccicano più che in qualsiasi altra regione d’Europa.


Bahamas: Out Islands, vergine bellezza

Chiamate anche ‘Family Islands’, queste isole appartenenti all’arcipelago delle Bahamas sono piccole gemme dotate ciascuna di un mix di siti naturali, cultura, storia e geografia unico.


Avventura, natura e benessere. A voi l’estate di La Thuile

L’immergersi nella natura, nella quiete e nella maestosità della montagna, ci regala un beneficio incalcolabile per il nostro benessere emotivo.


Sotto il cielo incantevole della Toscana

Borgo Syrah un’oasi sospesa nel tempo tra le colline toscane dove arte, storia vino e gastronomia si incontrano


Nasce La Thuile Infinity Trekking.

Così La Thuile diventa primo partner valdostano di Komoot


I migliori eventi estivi a Malta

Regina dell’estate 2024, Malta è pronta ad accogliere un numero record di turisti con un fitto calendario di eventi


La Valle d’Aosta punta in alto con la nuova campagna di comunicazione estate-inverno 2024

Valle d’Aosta ti porta a un altro livello – è il claim della campagna concepita dall’agenzia creativa Arc’s, a supporto delle prossime stagioni turistiche estiva ed invernale 2024.


Dai coralli alle mangrovie, le Bahamas a tutela della propria biodiversità

Le Bahamas sono da tempo impegnate nella conservazione del delicato ecosistema che le caratterizza: se ne occupa il Bahamas National Trust, impegnato nella protezione di 33 aree designate parco nazionale.


Non andare in Africa.

Vi invitiamo ad un viaggio prima nella vostra forma mentis, e poi in Africa. Partite con noi, a mente aperta, per smascherare quegli stereotipi e quei pregiudizi duri a morire, che da sempre questo magnifico Continente si porta dietro.


Bali: la nuova Dubai per gli investitori italiani

Un mercato turistico da 73 milioni di euro in crescita del 10% annuo. A parità d’investimento, la rendita dell’isola indonesiana è tre volte superiore