Altro
Al Tavolo nazionale di settore sollecitati indennizzi e fondi, utili a cogliere opportunità PNRR
Sergio Ferroni

Ortofrutta: attivare risorse aggiuntive straordinarie. Pesano i danni delle gelate

Per risollevare il settore ortofrutticolo, ancora in ginocchio per le gelate tardive di primavera e causa di danni per oltre 800 milioni, occorre attivare risorse aggiuntive straordinarie. La dotazione di 160 milioni prevista nel Dl Sostegni bis è, infatti, di gran lunga insufficiente. Cia-Agricoltori Italiani partecipa al tavolo nazionale dell’ortofrutta e riporta al centro del dibattito l’impatto dei cambiamenti climatici sulla sostenibilità economica, ambientale e sociale delle imprese del settore. Affrontare subito questa crisi serve anche a cogliere le opportunità di PNRR e Pac.

Per Cia, infatti, che sottolinea nuovamente come l’agricoltura tutta, sin dall'inizio della pandemia, abbia sempre garantito continuità a produzione e approvvigionamento; il settore ortofrutticolo è ancora alle prese con un’escalation di difficoltà che la coinvolgono da tempo e su più fronti. Ha fatto i conti con carenza di manodopera straniera in periodi cruciali per la gestione colturale e costi più elevati di produzione, post raccolta e logistica, per i dispositivi di protezione e sanificazione, distanze nei luoghi di raccolta, lavorazione e trasporto.

Settore chiave del Made in Italy -precisa Cia- incide per il 20% sull’agroalimentare con 1,2 milioni di ettari coltivati a frutta e verdura per 300 mila aziende coinvolte e un valore di 15 miliardi di euro, ma continua a essere considerato di serie B, senza agevolazioni previste dal Dl Rilancio ed escluso, per molto tempo, da interventi di decontribuzione previdenziale. Negli ultimi anni, ha pagato un prezzo alto per difficoltà operative e organizzative straordinarie, ma ha beneficiato solo di modestissimi interventi in termini di flessibilità, non godendo neanche di ristori adeguati. La pandemia, si è solo che innestata su una situazione economica critica dovuta a due anni di forti gelate, problemi fitosanitari come quelli causati dalla cimice asiatica e l’inasprirsi della competizione internazionale.

Da parte di Cia, dunque, l’appello perché su questi temi venga data ai produttori ortofrutticoli, risposta immediata e commisurata alla drammaticità del momento, guardando anche al perdurare dell’emergenza sanitaria per il Covid. Diversamente le aziende del settore, italiane ed europee, non saranno in condizione di cogliere le sfide del PNRR, essenziale, per esempio, sul fronte della logistica con l’Italia al 19° posto per infrastrutture e costi discutibili dell’autotrasporto su cui viaggia il 90% dell’ortofrutta, pari a 0,43 euro per chilometro in Italia, quasi il doppio rispetto ai competitor tedeschi (0,30 euro) e spagnoli (0,28 euro).

“Occorre lavorare sugli indennizzi e attivare tutte le soluzioni disponibili, anche a livello Ue -è intervenuto Cristiano Fini, della giunta nazionale di Cia-. Chiediamo l'attivazione di risorse aggiuntive straordinarie e interventi specifici dando seguito all'articolo 221 del regolamento 1308/2013 come già avvenuto in altre situazioni particolari. Inoltre -ha specificato- si acceleri con l'attuazione del Fondo Filiere di 150 milioni previsto in Legge di Bilancio e incrementato con il Decreto Sostegni per dare adeguata riserva finanziaria al settore.

Serve una strategia organica e coordinata -ha aggiunto- che metta a sistema le necessità del settore e le affronti con le risorse e le misure programmatorie esistenti, dalla futura Pac con nuovi strumenti di gestione del rischio, all’Ocm ortofrutta fino al PNRR, promuovendo la competitività e sostenendo gli investimenti e il trasferimento dell'innovazione per il miglioramento genetico e le nuove varietà, per più tecnologia e meccanizzazione avanzata, tecniche alternative per prevenzione e gestione fitopatie, utilizzo di energie rinnovabili e sistemi di irrigazioni a risparmio idrico, gestione dei residui virtuosa e circolare, post-raccolta, packaging riutilizzabile/riciclabile e valorizzazione degli scarti. Scongiuriamo -ha concluso Fini- il rischio reale di sradicamento degli impianti e di abbandono della coltivazione che purtroppo stiamo già registrando”.

News correlate
Luci d’autunno su Ogliastra e Barbagia

Un viaggio totalizzante che beneficia della quiete che segue la stagione estiva.


STEP Futur Ability District a Milano

Un percorso interattivo in 10 tappe per fare un passo in avanti verso il futuro


 Osservatorio Nazionale Amianto

Uno screening gratuito promosso da ONA e Osservatorio Vittime del Dovere a tutela del personale delle Forze Armate - Bonanni (ONA): “Necessario verificare i livelli di contaminazione dei nostri militari impegnati nelle missioni’


Festival Genius loci 2022- Dove abita il genio

Inizia a Roma la quinta edizione della rassegna dedicata all'architettura e alla ricerca scientifica, tour guidati, mostre fotografiche, performance e workshop per conoscere i luoghi dove si crea il futuro


Premio alla carriera a Sandra Milo

La famosa attrice italiana sempre sulla cresta dell'onda


Antiparassitari ecologici, atossici e sicuri per pet e umani. L’innovazione di JB Tech

Un innovativo dispositivo che, con una tecnologia tutta made in Italy, tiene lontane zecche, pulci, e altri parassiti, senza ricorrere a sostanze chimiche, utilizzando onde meccaniche sonore, non percepibili dal nostro orecchio.


Industrie Fluviali, al via il 12 Marzo la prima edizione di “Sensors, an identity design mindtrip”

Un workshop creativo per intelligenze poco artificiali


Diventa ambasciatore della sostenibilità con il contest #roadtogreen

L’iniziativa è promossa dall’associazione Road to green 2020 e rivolta a tutti coloro che abbiano idee sostenibili per rendere il futuro più green. Per i migliori progetti, riconoscimenti e l’opportunità di visibilità e crescita nel settore


SOS Ucraina:  un aiuto a chi fugge dagli orrori della guerra

Al via una grande raccolta di generi di primo soccorso per i profughi ucraini


Grano: Cia-Agricoltori Italiani e Italmopa insieme per costruire una “filiera bio equa italiana”

Siglato protocollo d’intenti tra le due organizzazioni. Obiettivo sviluppare e promuovere progetti dedicati che garantiscano qualità, sostenibilità e giusto prezzo agli operatori coinvolti