Salute e benessere
Tra gli argomenti invecchiamento, lifting senza bisturi, nutrizione e immunità.
Deborah Bettega

Molti gli argomenti trattati durante il congresso annuale SIME svoltosi a Roma che ha avuto un notevole riscontro.

Invecchiare in salute è il messaggio che è stato lanciato. 

In merito è intervenuta la dottoressa Gloria Trocchi, vice presidente della Società Italiana di Medicina Estetica – SIME.

E' importante una ricerca e una gestione delle eventuali problematiche patologiche, arrivando ad effettuare delle valutazioni diagnostiche che permettano di capire la predisposizione del paziente al processo di invecchiamento.

Per un invecchiamento in salute, sia cutaneo che generale, non si può prescindere dalla prevenzione che passa dalle norme di igiene di vita che comprendono: la corretta nutrizione, un programma di prevenzione di invecchiamento cutaneo tramite dermocosmesi e terapie da proporre ad personam valutando il quadro anamnestico del paziente, l’attività fisica. L’invecchiamento è un processo irreversibile che inizia da quando nasciamo, con l’avanzare dell’età diminuisce la produzione di acido ialuronico e questo a lungo andare incide ed è visibile sulla cute che apparirà quindi disidratata, con rughe e così via. Ad incidere di più sull’invecchiamento è soprattutto la nutrizione: un’alimentazione controllata e in stile mediterraneo sicuramente rappresenta un buon metodo di prevenzione per le patologie e per l’invecchiamento in generale, così come l’attività fisica che previene osteopenia e osteoporosi. Tra le novità di quest’anno al Congresso SIME 2021, gli indici diagnostici ed ematochimici che possiamo individuare per andare a capire come sta invecchiando il paziente, se va supportato anche da altri punti di vista. La medicina estetica riguarda tutta la persona e non solo, ad esempio, la cute. Quest’ultima, certamente è il primo strumento per capire se un paziente è in salute oppure no.

Non dimentichiamo mai che, anche in Medicina Estetica come in tutte le altre specialità mediche, ogni programma terapeutico deve essere preceduto da un attento e preciso inquadramento diagnostico che si realizza con il check-up di Medicina Estetica.

Altro argomento trattato è quello del lifting senza bisturi, ovvero il liquid lifting. A riguardo ne parla il professor Emanuele Bartoletti, presidente della Società Italiana di Medicina Estetica SIME.

Si tratta di una procedura non invasiva poichè l'effetto è quello di ottenere un riposizionamento dei tessuti molli verso l'alto, agendo sulla struttura ossea. Le ossa, infatti, rappresentano nel viso dei punti di ‘ancoraggio’ forti per i tessuti molli – il grasso e le guance, sia attraverso i legamenti che ancorano la superficie all’osso, limitandone lo slittamento verso il basso, sia perché l’osso stesso, proprio per il volume che ha, riempie i tessuti stessi e li distende in superficie.

Liquid lifting significa riempire con un filler, acido ialuronico o idrossiapatite di calcio, per riportare in tensione i legamenti zigomatici o manibolari che con l’invecchiamento si ammorbidiscono e si rilassano. Poi aumentare i volumi ossei per cercare di riempire un poco quel ‘sacchetto svuotato’ e riportarlo verso l’alto – per esempio sullo zigomo o sulla mandibola, appunto – e poi riempire, ad esempio, proprio quella parte che si trova davanti all’orecchio, dove c’è una struttura abbastanza importante, la fascia parotidea, che se riempita e gonfiata leggermente riporta in alto tutti i tessuti della parte intermedia del viso, quella della guancia, per intenderci. Riempire l’osso significa aumentarne il volume, mettendo del filler sulla sua superficie per aumentarne la ‘prominenza’. Una tecnica ‘nuova’, con filler già in uso. L’unica cosa cui bisogna prestare attenzione è che c’è un limite a questa operazione: non possiamo continuare a ‘sollevare tessuti’ riempiendo progressivamente la faccia delle persone, perché così si rischia quello che si vede sempre più spesso in giro: visi ‘strapieni’ per sollevare i tessuti quando questi, però, sono ormai scesi troppo.

Non è facile indicare qual è l’età giusta a intervenire con il liquid lifting: ci sono visi già invecchiati a 30 anni causa di dimagrimenti eccessivi o cedimenti precoci, come donne che a 60 anni stanno benissimo perché dotate di zigomi prominenti che non facilitano il cedimento dei tessuti.

Non si può non trattare un argomento che interessa tutti: nutrizione e immunità.

In proposito interviene il dottor Domenico Centofanti, vice presidente della Società Italiana di Medicina Estetica (SIME):

"Oggi la nutrizione è diventata una disciplina spesso trattata come fosse una ‘moda’ piuttosto che un argomento da specializzati del settore. Non si può pensare al cibo soltanto come un regolatore del nostro peso corporeo, piuttosto è un investimento sul nostro stato di salute. La nutrizione influisce sul nostro benessere ed è chiaro che mangiare in maniera corretta fa la differenza. Chi non mangia correttamente pagherà le conseguenze a lungo andare, anche e soprattutto sul sistema immunitario. Il Covid-19 ci ha aiutato a capire quanto sia importante la nostra alimentazione, in quanto le problematiche maggiori si sono presentate lì dove il paziente aveva delle carenze. L’esempio più eclatante e più banale riguarda il nostro intestino. A proposito della sessione di diversi anni fa quando abbiamo parlato del microbiota intestinale, cioè i microrganismi che stazionano nel nostro corpo e in particolare nell’intestino, scopriamo oggi in maniera sempre più affermativa che è lui il regolatore di benessere del nostro corpo e del nostro sistema immunitario. Le sostanze prodotte in funzione di quello che mangiamo sono le stesse che influiscono sul nostro benessere, in virtù del fatto che il 70% del nostro sistema immunitario risiede nel nostro intestino. Se mi preoccupo di far stare bene il mio microbiota intestinale, creo beneficio per tutto il mio corpo. Ma come? Mangiando alimenti ricchi di fibre come frutta e verdura. Ai microrganismi piace in particolare l’inulina contenuta nella cicoria, nella cipolla, nell’aglio, ecc. ma ciò che è essenziale è mantenere il giusto apporto di fibra giornaliero.

Il nostro sistema immunitario trae vantaggio anche dal giusto apporto di minerali e vitamine che si trovano sia negli alimenti del mondo marino, ma anche in tanti vegetali. Non è il ‘cibo miracoloso’ a fare la differenza, ma un’alimentazione equilibrata a base di dieta mediterranea – quella originale, dei nostri nonni – ricca di prodotti integrali, frutta e verdura e cibi più genuini possibili. Variare gli alimenti è la chiave. Oggi si tende a considerare la Medicina Estetica come una delle specializzazioni della medicina che è stata molto ‘parcellizzata’. Da una parte è molto utile, ma dall’altra si rischia di perdere la complessità del paziente. Su questo vorrei soffermarmi per dire che la Medicina Estetica non è togliere la ruga, ma provocare benessere nella complessità. Non tolgo la ruga soltanto, ma mi occupo del paziente a 360 gradi occupandomi di tutta la salute della persona e curando anche e soprattutto il metodo di nutrizione, perché questo ottimizza anche i risultati che ricerco in ambulatorio".

Questi sono solo alcuni degli interessantissimi interventi avuti durante il prestigioso congresso, che sicuramente coinvolgono un po' tutti.

 

 


 

 

 

News correlate
VILLA EDEN: IL NOME È GIÁ UNA MERAVIGLIOSA RIVELAZIONE

Una vacanza benessere in sicurezza e in libertà tra la natura: un desiderio che si realizza nel cuore di Merano.


In spiaggia protetti e rispettando l’ambiente, con il solare dermatologico solidale

Ora disponibile anche in Italia, Altruist Sunscreen è il solare privo di oxybenzone e octinoxate, per ridurre l’impatto sull’ambiente, che mira a ridurre l’incidenza dei tumori della pelle, e sostenendo i bambini albini dell’Africa.


Abbronzatura perfetta e protetta con i 5 consigli di Altruist Sunscreen

Cura della pelle, protezione e solidarietà, il mix vincente secondo l’azienda specializzata in solari dermatologici solidali ad alta schermatura


Un’estate protetta dai raggi solari per i bambini di Salvamamme e le loro famiglie.

Altruist Sunscreen, azienda produttrice di solari dermatologici ad alta schermatura, ha fatto una donazione di tubetti di creme con SPF 50, alla quale ne seguirà una seconda nei mesi di giugno.


Rischio chimico fisico e biologico in ospedale

Indicazioni e suggerimenti nati dalla pratica che rappresentano un insieme di supporti informativi.


Quando non lavarsi i denti?

Lavare i denti nel modo giusto è fondamentale per avere un sorriso bello e sano, ne parliamo con il dott. Giuseppe Coppola.


Breaters : "Dal disordine al Mindful Eating”

Breaters, piattaforma digitale che aiuta a coltivare l’autoregolazione col cibo, è un percorso di supporto quotidiano, costante e personalizzato.


Benessere a tavola: i cibi salutari che pensavi facessero male e quelli che dovresti inserire e (forse) non conosci

Sì a pizza, fritti e cioccolato, prelibatezze di cui ci siamo privati per anni e che non sono nostri nemici.


Torna “Trenta Ore per la Vita” su SKY, LA7 e in RAI

Oggi grazie all’obiettivo dell’edizione 2019 di Trenta Ore per la Vita raggiunto con grande successo, una task force di Trenta Ore per la Vita e AISM è attiva sul territorio per aiutare concretamente le mamme con Sclerosi Multipla (SM) e i loro bambini.


Grazie al cordone ombelicale della delfina Maya, importanti risultati nell’ambito della medicina rigenerativa.

Zoomarine e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio e Toscana compiono insieme un passo avanti nella ricerca scientifica.