Cinema e teatro
"Sonorità argentine tra tango e folklore" e Pino Strabioli che dialoga con Mariangela D'Abbraccio su "Le donne e il Teatro".
Deborah Bettega

Sabato 17 luglio
ore 20 aperitivo/cena
ore 21

SONORITÀ ARGENTINE TRA TANGO E FOLKLORE
Esibizione di Tango e musica dal vivo.

Un viaggio sonoro e figurativo nella Buenos Aires del secolo scorso, tra folclore argentino e tanghi che rievocano l’epoca d’oro. Sarete avvolti dal fascino dei salón dove lo si ballava,accompagnati nell’atmosfera stimolante e conturbante delle milonghe, lì dove la musica si intrecciava con i corpi.

Valsesito, milonga, tanghi e non mancheranno incursioni sulle musiche contemporanee e del folclore Argentino, spunti di cui si servirà Il Duo Metró, composto da Cristiano Lui (bandoneon/fisarmonica) e Stefano Ciotola (chitarre), accompagnati dalla cantante e ballerina Marcela Szurkalo, da Marco Spaziani e Serena Marinelli, attrice e ballerina.

Prenotazione obbligatoria ANGOLO SCIARRA 06 69424621 o mail food@teatroquirino.it
aperitivo più spettacolo 25 euro - cena più spettacolo 55 euro
www.teatroquirino.it.

Domenica 18 luglio
ore 20 Pino Strabioli dialoga con Mariangela D’Abbraccio
su “Le donne e il Teatro”
ore 20.30 aperitivo/cena
ore 21

COSÌ LONTANI, COSÌ VICINI
Nicoletta Della Corte canta Conte e De Andrè
con Teo Ciavarella (pianoforte), Giuseppe Salvaggio (contrabbasso), Flavio Piscopo (percussioni).

“Paolo Conte e Fabrizio De Andrè, così lontani, così vicini...
Non è cosa da poco accostarsi a questi due grandi artisti, ma nel “silenzio cantore” nel quale ogni tanto mi nascondo, sono nate fantasie di fumo in cui le stelle del jazz si  mescolavano a quell'aria spessa carica di sale, gonfia di odori.  Lì ci ho scovato giocando liberamente con note e parole, liasons che sanno di Francia, di figure femminili, sensualità, tenerezze e fughe.

Ho scoperto che due sono i valori che più accomunano Conte e De Andrè: libertà e umanità, quasi fossero due personaggi reali a cui dare voce, senso, comunione, spazio.

Il ragazzo scimmia del jazz e l'amico fragile, il fascino delle rughe e dell'eterno ragazzo, in direzione ostinata, solitaria e contraria, insofferenti alle mode, al potere costituito, hanno entrambi cantato il 900, secolo di guerre e di dittatori, ma anche pieno di regali artistici di sovrumana bellezza” ( Della Corte).

Nicoletta Della Corte attrice e cantante dal timbro scuro, intenso e leggero assieme, accompagnata dal pianoforte di Teo Ciavarella, dalle percussioni di Flavio Piscopo e dal contrabbasso di Giuseppe Salvaggio, propone alcune delle canzoni più belle del primo repertorio di Paolo Conte e di Fabrizio De Andrè, dove le consonanze e le affinità si accordano in un'atmosfera mediterranea, sofisticata, minimalista e teatrale.

La durata del concerto è di 1h e 20 circa.

Paolo Conte su Nicoletta Della Corte

 “ Ogni volta che un'attrice prende d'assalto il mondo delle canzoni, un fuoco di calore diverso percorre l'aria artistica, Nicoletta, forte della sua esperienza teatrale, sa trasformare il visionario in cui galleggiano i personaggi delle canzoni nel realismo con cui si agitano le figure sceniche”.

Prenotazione obbligatoria ANGOLO SCIARRA 06 69424621 o mail food@teatroquirino.it
aperitivo più spettacolo 25 euro - cena più spettacolo 55 euro
www.teatroquirino.it.

Continua quest’anno, arricchita e allargata, la fortunata stagione di eventi culturali che nel settembre 2020 registrò grande successo nella magnifica cornice della Galleria Sciarra, costruita tra il 1885 e il 1888 dal Principe Maffeo Barberini Colonna di Sciarra. Un autentico capolavoro architettonico firmato da Giulio De Angelis, simbolo del gusto dell’epoca: il grande uso della ghisa, una squisita serie di decorazioni liberty di Giuseppe Cellini che sviluppa un tema avanguardistico per l’epoca: la Glorificazione della Donna. La copertura è in ferro e in vetro. 

“Lo spettacolo in galleria”, con il patrocinio del Comune di Roma Assessorato alla Crescita Culturale e dell’ANAC, partendo proprio dalla tematica proposta dalle decorazioni di Cellini, affronterà il nodo della parità di genere, della lotta alla violenza arricchendo il cartellone, che prevede eventi culturali e di intrattenimento, con incontri, conferenze e momenti di riflessione e di divulgazione. Interverranno giornalisti, intellettuali, studiosi e protagonisti del dibattito civile. In questo modo il teatro Quirino intende contribuire, con una precisa scelta civile, all’attuazione dei principi di pari opportunità, promuovendo in parallelo la cultura della legalità e del rispetto delle regole come arma contro la violenza di genere e contro tutte le discriminazioni. Il tutto senza perdere di vista la vocazione in questo momento principale del Teatro Quirino, riavvicinare il pubblico allo spettacolo dal vivo in uno spazio sicuro e multifunzionale. La Galleria diventa un salotto dai tanti volti: spazio per musica dal vivo, per dibattiti e confronti, per interviste a personaggi. Il tutto nel rigoroso rispetto delle norme sanitarie, del distanziamento e dei protocolli Covid 19.

News correlate
Il Teatro Brancaccio ha presentato la prima edizione di “Futuro Festival” Festival Internazionale di Danza e Cultura Contemporanea

Si è conclusa il 30 luglio la prima edizione di Futuro Festival che con il Teatro Brancaccio ha sfidato con positività questo difficile periodo storico dopo il lungo letargo in cui il Covid-19 ha costretto il mondo dello spettacolo dal vivo.


Il Teatro Brancaccino presenta: MONOLOCALE OpenAir

Una carovana di storie fatte in case in casa da un’idea di Daniele Coscarella


Il Teatro Sala Umberto presenta Monica Nappo in “L’Esperimento”

C’è questa donna che parla, parla tanto. Non si capisce se parla da sola o se c’è qualcuno che la sta ascoltando. E fin qui, nulla di nuovo.


Il film “Resilienza” finalista al Ciak Film Festival

Nuovo set per la Lupa Film di Maria Guerriero con la pellicola “La mia storia con te”


Svelata a Cannes la nuova location del Festival Cinecibo: sarà Cinecittà

Svelata a Cannes, in occasione della 74a edizione del Festival del Cinema, presso l’Italian Pavillion all’Hotel Majestic sul boulevard della Croisette, la location dell’ottava edizione di Cinecibo Festival.


Debutta in prima nazionale al Teatro Brancaccio, all’interno della rassegna Futuro Festival, lo spettacolo di natura multidisciplinare “Crolli”

Nato da un’idea della coreografa Alessia Gatta della [Ritmi Sotterranei] contemporary dance company. Tratto dall’omonimo libro di Marco Belpoliti.


Lorella Cuccarini, l’artista italiana nel video di lancio del Festival Internazionale del Musical Milano

Una celebrazione globale che mette in mostra la creatività di talentuosi artisti e produzioni del Teatro Musicale contemporaneo da tutto il mondo, in Italia, a Milano, e nelle principali città della Regione Lombardia.


    REGIONE LAZIO e ASSOCIAZIONE CULTURALE GLICINE presentano:   “AFFACCIATI ALLA FINESTRA”

Seconda edizione del Festival dal 5 al 26 luglio 2021 ore 21,00


All’interno della rassegna “Teatro 7 A Villa Massimo” va in scena Massimo Wertmuller con lo spettacolo “A cuore aperto”, scritto e diretto da Gianni Clementi.

Carl Gustav Jung diceva: “I drammi più commoventi e più strani non si svolgono nei teatri, ma nel cuore degli uomini”.


Brancaccino OpenAir presenta Fabio Canino in “Lezioni Italiane”

Un talk show seriamente leggero di Fabio Canino e Mike Harakis