Salute e benessere
Ora disponibile anche in Italia, Altruist Sunscreen è il solare privo di oxybenzone e octinoxate, per ridurre l’impatto sull’ambiente, che mira a ridurre l’incidenza dei tumori della pelle, e sostenendo i bambini albini dell’Africa.
Sergio Ferroni

Quest’estate in spiaggia proteggiamo la pelle, ma anche l’ambiente, sostenendo al tempo stesso i bambini meno fortunati. Ora è disponibile anche in Italia Altruist Sunscreen, il solare che, oltre ad avere un’altissima azione schermante grazie all’innovativo filtro Tinosorb A2B, aiuta i bambini in Africa affetti da albinismo, inviando loro i prodotti necessari a proteggerli dal sole del continente nero (30.000i tubetti di crema solare donati solo nel 2020).

Quando siamo in spiaggia, però, dobbiamo ricordare che non è solo la nostra pelle che merita di essere protetta, ma anche l’ambiente. Negli ultimi anni, infatti, è stata più volte sollevata la questione dell’impatto ambientale delle creme solari. Altruist ha scelto di non utilizzare oxybenzone e octinoxate, che sembra possono promuovere infezioni virali nel corallo e, più in generale, avere effetti negativi sull’ambiente marino e sugli ecosistemi.

Fondata dal dermatologo Andrew Birnie, specializzato in tumori della pelle e chirurgia micrografica di Mohs, e dall’economista David Westerbeek van Eerten, che ha dedicato tutta la vita a tematiche inerenti ai trattamenti per la cura della pelle, Altruist offre prodotti di alta qualità, con l’obiettivo di ridurre l’incidenza del cancro alla pelle, tra i più diffusi al mondo, con un’incidenza maggiore rispetto a quelli al seno, alla prostata o al colon-retto. Con l’aiuto dei migliori scienziati europei e BASF, è stata creata una crema solare di prima qualità e a prezzi accessibili, riducendo i margini di profitto e i costi di marketing non necessari.

Ogni anno in tutto il mondo vengono spesi miliardi di euro in creme solari di ogni sorta, eppure i casi di tumore alla pelle non sembrano voler diminuire. – Commentano il dr Andrew Birnie e David Westerbeek van EertenTra i motivi principali c’è sicuramente l’utilizzo scorretto di queste protezioni, che molti utilizzano distrattamente solo in spiaggia, ma anche la scelta di creme con protezioni non adeguate al proprio tipo di pelle o di bassa qualità. La protezione solare andrebbe utilizzata tutto l’anno, ogni volta che si è esposti ai raggi solari per più di 15 minuti, poiché i livelli di UVA sono sempre elevati, anche quando il cielo è particolarmente nuvoloso, e riapplicata ogni due ore circa. Per essere davvero efficace, il prodotto deve avere una protezione ad ampio spettro (contro UVA e B), SPF (Sun Protection Factor) 30 o superiore e marchio standard UE (UVA). È stato, inoltre, scientificamente provato che l'uso regolare di creme solari può ridurre l'incidenza dei tumori della pelle, in particolare il melanoma e il carcinoma a cellule squamose”.

News correlate
VILLA EDEN: IL NOME È GIÁ UNA MERAVIGLIOSA RIVELAZIONE

Una vacanza benessere in sicurezza e in libertà tra la natura: un desiderio che si realizza nel cuore di Merano.


Abbronzatura perfetta e protetta con i 5 consigli di Altruist Sunscreen

Cura della pelle, protezione e solidarietà, il mix vincente secondo l’azienda specializzata in solari dermatologici solidali ad alta schermatura


Un’estate protetta dai raggi solari per i bambini di Salvamamme e le loro famiglie.

Altruist Sunscreen, azienda produttrice di solari dermatologici ad alta schermatura, ha fatto una donazione di tubetti di creme con SPF 50, alla quale ne seguirà una seconda nei mesi di giugno.


Rischio chimico fisico e biologico in ospedale

Indicazioni e suggerimenti nati dalla pratica che rappresentano un insieme di supporti informativi.


Quando non lavarsi i denti?

Lavare i denti nel modo giusto è fondamentale per avere un sorriso bello e sano, ne parliamo con il dott. Giuseppe Coppola.


Breaters : "Dal disordine al Mindful Eating”

Breaters, piattaforma digitale che aiuta a coltivare l’autoregolazione col cibo, è un percorso di supporto quotidiano, costante e personalizzato.


Benessere a tavola: i cibi salutari che pensavi facessero male e quelli che dovresti inserire e (forse) non conosci

Sì a pizza, fritti e cioccolato, prelibatezze di cui ci siamo privati per anni e che non sono nostri nemici.


Torna “Trenta Ore per la Vita” su SKY, LA7 e in RAI

Oggi grazie all’obiettivo dell’edizione 2019 di Trenta Ore per la Vita raggiunto con grande successo, una task force di Trenta Ore per la Vita e AISM è attiva sul territorio per aiutare concretamente le mamme con Sclerosi Multipla (SM) e i loro bambini.


Grazie al cordone ombelicale della delfina Maya, importanti risultati nell’ambito della medicina rigenerativa.

Zoomarine e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio e Toscana compiono insieme un passo avanti nella ricerca scientifica.


Coronavirus e alimentazione

Con una alimentazione corretta è possibile potenziare il proprio sistema immunitario ed essere più resistenti alle infezioni. Il segreto è nei polifenoli e nelle antocianine, potenti antiossidanti contenuti in alcuni tipi di frutta.