Turismo
Circondata da vicino dalla spettacolare cornice delle Prealpi Cozie e delle Alpi Marittime.
Franco Mioni

La città medievale e seicentesca si presenta con un immagine urbanistica positivamente intatta da due secoli. Una delle più grandi ed eleganti piazze d’Italia introduce ad una sequenza di antichi, suggestivi portici nei quali sono insediati esercizi commerciali, botteghe artigiane e luoghi di convivio che conservano mirabilmente insegne, arredi e atmosfere di un tempo; ugualmente la città si presenta vivace ed animata, sicura-mente di grande “vivibilità”.

Il tessuto economico tutt’attorno è consistente e concreto, con piccole e medie imprese e grandi nomi come le “Cartiere Burgo”. Nella vicina Piasco è una delle più importanti fabbriche mondiali di preziosi strumenti musicali come le arpe, di cui anche si trova qui l’unico Museo al mondo intera-mente dedicato. E, altrettanto insospettatamente, nella piccola Venasca ecco la “Fabbrica dei Suoni”, la prima struttura in Italia interamente dedi-cata al mondo dei suoni e della musica; un percorso ludico-didattico per grandi e piccoli.

Citazione a parte per Mondovì, deliziosa cittadina medioevale e barocca con uno straordinario belvedere che spazia a 180° su un grandioso scenario che va dal Monviso alle Alpi Marittime. E a proposito di sci: superimpianti, ricettività e prezzi ok a Limone Piemonte e Frabosa Soprana.

Le attrattive artistiche e culturali sono di grande valenza anche nella vicina zona del marchesato di Saluzzo: dall’elegante centro storico della cit-tadina allo scenografico Castello trecentesco della Manta con i famosi affreschi “cortesi” della sala baronale, capolavoro dell’arte gotica europea. Il patrimonio naturalistico è anch’esso di originale e particolare valore. Innanzitutto lo scenario maestoso ed allo stesso tempo armonioso delle Alpi innevate. Nelle vicine ma incontaminate Valli Varaita, Maira e Stura ritroviamo antiche testimonianze ed intelligenti recuperi di modi e forme di vita e di lavoro, tra cui iniziative relative alla pastorizia locale ed alla transumanza che ci rimandano a non lontani legami tra qui, le pi? orientali Terre Occitane, e le piane Provenzali e Camarghesi poco oltre Marsiglia. Un itinerario attraverso una lingua viva, ancora parlata in queste zone.

La riscoperta ed il mantenimento tenace e veritiero di cultura e tradizioni lo si ritrova poi anche attorno alla tavola; quando si entra in una trattoria “alla buona” di un piccolo paese o in una baita isolata oppure anche in un ristorante “à la page” o in una residenza di gran classe, il sentore dei cibi ed il calore dell’ambiente sono differenti ma ugualmente efficaci e genuini . Dai prodotti più strettamente locali come la Pecora Sambucana con i suoi formaggi, i Porri di Cervere, il Bue Grasso di Carr? e la Polenta Pignolet, passando per la pasta fresca e la sontuosa pasticceria tradizionale fino ai brasati, cotechini, bolliti e verdure in bagna cauda: il vero tripudio dei semplici od opulenti ingredienti della cucina piemontese con la sapiente e raffinata manipolazione dei cuochi che ancora oggi traggono la loro mae-stria ed ispirazione dalla cucina delle antiche Corti Ducali, Marchesali e Regali.

Il tutto accompagnato dai grandi vini di Langa, la parte della provincia, totalmente diversa, che si è accaparrata da tempo l’interesse e l’attenzione turistica che qui meriterebbe rivolgere più a lungo e più insistentemente il proprio sguardo.

www.salottoeuropeo.it
salottoeuropa@iol.it

News correlate
L'Elizabeth Unique Hotel di Roma: Dove l'arte fa rima con la raffinatezza

Le tradizioni culinarie lucane e non solo dello chef Riccardo Pepe arricchiscono e impreziosiscono la struttura ricettiva situata al centro di Roma.


Guida per la migliore beach experience a Malta

Ecco una serie di strumenti utili che vi aiuteranno a godervi al meglio la vostra vacanza balneare a Malta


Parco Nazionale Gran Paradiso: l’ambiente al centro

Tra gli appuntamenti dedicati al centenario dell’area protetta più antica d’Italia, si parlerà naturalmente anche di ricerca e salvaguardia ambientale, attività per cui il Parco Nazionale Gran Paradiso è riconosciuto a livello mondiale


In Polonia a passo lento

Fuori dagli itinerari turistici tradizionali, esiste una Polonia inaspettata,fatta di case in legno, fiabesche fortezze medievali e tanto, tanto verde.


A MERANO TRA L’HOTEL MIGNON O IL RESIDENCE DÉSIRÉE : A VOI LA SCELTA!

Aria pulita, prati verdi, angoli di quiete e silenzio. Merano è pronta a ricominciare. Nel rispetto delle nuove norme di sicurezza e igiene e con infinite possibilità di relax e movimento all’aria aperta.


Parco Nazionale Gran Paradiso: storia e cultura delle comunità locali

Il calendario delle celebrazioni per il Centenario del Parco Nazionale Gran Paradiso dedica una serie di appuntamenti all’approfondimento degli aspetti legati alla cultura delle comunità locali, alle loro tradizioni, alla storia e alla spiritualità


Lusso... on the beach  La bellezza suggestiva dei Caraibi.

Le spiagge riconosciute tra le più belle del mondo, la distesa blu dell’Oceano che si perde all’orizzonte. Grandi aree ancora selvagge e incredibilmente belle.


OverAlp Vela, vulcani e isole – mare e trekking

Mountain Sailing, fiore all’occhiello di OverAlp - Outdoor Tour Operator, propone una settimana a vela in cui l’esperienza della navigazione in barca a vela si fonde a splendidi percorsi trekking.


Lafay Resort & Spa Lago di Garda: Un luogo di felicità spensierata

Un nuovo modo di abitare la vacanza: lusso, natura e benessere in un unico luogo


La Thuile Bike World amplia l’offerta. Apre la nuova Pump Track e si moltiplicano le proposte per i bikers.

Un anello di 188 metri dal design modernissimo si unisce ai 220 km di tracciati che compongono l’ampio Bike Park con vista sul Monte Bianco.