Territorio
La città si differenzia dalla periferia sostanzialmente per dimensione, densità di persone ed importanza...
Giovanna Lazzaro

La città (dal latino civitas, civiltà) si differenzia dalla periferia (dal greco peri, intorno; pherein, portare) sostanzialmente per dimensione, densità di persone ed importanza, dato che le periferie sono zone più recenti, al di fuori del centro storico. Le periferie, quindi, non hanno una storia vera e propria ma questo è dovuto al loro apparente “allontanamento” dalle città perché ci sono anche paesi, abitati da pochi nuclei familiari e dove l’insediamento è solo ed esclusivamente rurale, che hanno origini particolarmente interessanti.

Un esempio di questi paesini è presente in Puglia, o più precisamente al confine con la Campania, in provincia di Foggia. Qui ci sono molti borghi, distanti delle ore l’uno dall’altro, dove la crescita demografica è in ribasso e le strutture necessarie alla sopravvivenza sono rudimentali ma anche dove si trovano case, chiese e monumenti risalenti a periodi che si possono rivivere ammirando questi paesi lasciati fuori dalla modernizzazione e che vivono le tradizioni così come un tempo.

Nelle città, invece, la vita giornaliera è molto “veloce”, quasi non si trova il tempo di dedicarsi a se stessi o ad affari personali, al contrario di borghi o periferie dove si trova sempre il momento… per preparare cene abbondanti e costituite da alimenti slow. Certo, i mezzi di trasporto e i collegamenti sono minori e molto spesso i ragazzi devono abbandonare i luoghi dove sono cresciuti per continuare gli studi in scuole lontane.

A favore, comunque, c’è che tutto è un po’ avvolto nel silenzio e nella tranquillità della popolazione accogliente che dedica importanza al rapporto con gli altri.

Infatti spesso e volentieri si ritrovano a frequentarsi; anche se i giovani sono quasi costretti a recarsi in città, dove sono presenti locali o comunque zone dove socializzare. Crescere in periferia o in paesini rende socievoli e sicuri ma, arrivati ad una età più matura, per i giovani nasce l’esigenza di fare esperienza in città dove il livello di apprendimento (scolastico e lavorativo) è superiore.

News correlate
 Da Montesecco a Montefino. Ricostruita la storia del borgo abruzzese.

Passione e rigore storico in una pregevole pubblicazione che ricostruisce le origini e la storia dell’attuale Montefino.


Giornata della Terra: Cia, agricoltori in prima linea per sfida green e produttività

Occasione per sottoscrivere nostro “Manifesto delle donne per la terra”


22 aprile: Giornata Mondiale della Terra. Diciamo no al littering!

L’associazione Road to green 2020 celebra la ricorrenza, invitando ad avere maggior rispetto per l’ambiente, e fornendo alcuni semplici consigli per la vita di tutti i giorni


Presentata a Roma la 53esima edizione di “Agriumbria”

Si è tenuto presso il Centro Congressi di Palazzo Rospigliosi di Roma l’edizione numero 53 della manifestazione “Agriumbria” in programma a Bastia Umbra da venerdì 1° a domenica 3 aprile 2022


Presentata a Roma la 53esima edizione di “Agriumbria”

Si è tenuto presso il Centro Congressi di Palazzo Rospigliosi di Roma l’edizione numero 53 della manifestazione “Agriumbria” in programma a Bastia Umbra da venerdì 1° a domenica 3 aprile 2022


Caro energia: Cia, ok bando da 1,5 mld per fotovoltaico sui tetti agricoli

Da settore contributo fondamentale. Avanti anche su incentivi a biogas e biomasse e stoccaggio al suolo di carbonio


School01, la scuolamuseo di Monteverde a Roma apre al pubblico un sabato al mese

A tre anni dall’avvio del progetto, la scuolamuseo di Monteverde nell’Istituto Comprensivo De André apre le proprie porte al pubblico dalle 10.00 alle 14.00: i visitatori saranno guidati tra le aule e i corridoi del labirintico ple


Green Deal: Florovivaisti Italiani, più valore a settore per centrare obiettivi Ue

Florovivaismo strategico, ma serve piano foreste, innovazione imprese e ok a Ddl dedicato


Macfrut: Cia, finanziare ricerca e investimenti su “difesa attiva” ortofrutta.  Ridurre del 40% effetti calamità

Serve gestione integrata per mettere in sicurezza settore da 15 miliardi. Dalla fiera internazionale di Rimini, la sfida lanciata a università, istituzioni e produttori


Fauna selvatica, Agrinsieme alla Camera: urgente il contenimento

I danni alle attività agricole e all'ambiente hanno raggiunto livelli insostenibili. Soltanto i cinghiali, in Italia, sono passati da 900.000 capi nel 2010 a quasi 2 milioni del 2020 (+111%), con un trend in continuo aumento.