Altro
Uno screening gratuito promosso da ONA e Osservatorio Vittime del Dovere a tutela del personale delle Forze Armate - Bonanni (ONA): “Necessario verificare i livelli di contaminazione dei nostri militari impegnati nelle missioni’
Sergio Ferroni

Uno screening gratuito promosso da ONA e Osservatorio vittime del dovere che, alla luce delle finalità dello statuto, si sono attivate nuovamente a tutela della salute e della incolumità psicofisica del personale civile e militare delle Forze Armate esposto ad amianto, a nanoparticelle di metalli pesanti, a radiazioni ionizzanti e non, e altre sostanze cancerogene.

Tutti i militari, ex militari, e i loro familiari, possono beneficiare del servizio istituito dalle associazioni, grazie alla collaborazione del Dott. Pierpaolo Capece, che si terrà a Taranto (Talsano) presso la Medical Service, centro di medicina del Lavoro del dottor Dino Rusciano, in Corso Vittorio Emanuele n° 2/3, sabato 28 maggio 2022 dalle 15 alle 19, e domenica 29 dalle 9 alle 14. E’ possibile prenotarsi fino al 27 maggio 2022 alle 14, al numero di telefono 344 277 0984.

L’iniziativa, che rientra nella tutela sanitaria, è istituita a Taranto proprio con riferimento alla massiccia presenza di nostri militari impiegati nelle missioni all’estero, e molti imbarcati nelle unità navali della Marina Militare Italiana e a rischio per la loro incolumità. Le due associazioni, infatti, continuano a ricevere segnalazioni di casi di patologie degenerative e tumorali riconducibili alle nanoparticelle di metalli pesanti e componenti delle strutture polverizzate dai proiettili, in particolare quelli all’uranio impoverito, e di contaminazione di elementi radioattivi. https://onanotiziarioamianto.it/amianto-asbesto/

La percentuale delle malattie nei militari presenti è simile a quella delle popolazioni presenti nei teatri di guerra. I militari degli altri Paesi della Nato sono da tempo avvisati dei rischi, sono dotati di presidi di sicurezza e vengono indennizzati in caso di malattia. Anche l’Onu ha vietato l'utilizzo di armi contenenti uranio impoverito data la probabile connessione tra l'esposizione con tale elemento e l'insorgenza di gravi patologie, anche di natura oncologica. In Italia, ad oggi più di 7500 militari che si sono ammalati a causa della presenza dell’uranio impoverito: 400 i decessi. Nonostante questo e ben 3 commissioni parlamentari d’inchiesta sull’argomento (l’ultima del 2017), le Forze Armate continuano a negare la correlazione tra il metallo pesante e le patologie. Sono invece 130 le sentenze che lo riconoscono e che hanno permesso anche ai militari seguiti dall’Osservatorio e dal suo presidente, l’avvocato Ezio Bonanni, di ottenere giusti risarcimenti come il Col. Carlo Calcagni che, impiegato nelle missioni balcaniche, è risultato contaminato o, come il maresciallo dell’Esercito, Alberto Sanna, 65 anni, di Roma, morto per una leucemia fulminante, entrambi riconosciuti vittime del dovere.

L’Osservatorio nazionale amianto e l’Osservatorio vittime del dovere hanno istituito il numero verde 800 034 294 al fine di supportare tutti i militari e coloro che sono stati esposti a questi elementi cancerogeni, e tossico nocivi. E’ possibile chiedere la consulenza gratuita che inoltrando una email attraverso lo Sportello online https://vittime-del-dovere.it/chi-sono-le-vittime-del-dovere/.

News correlate
STEP Futur Ability District a Milano

Un percorso interattivo in 10 tappe per fare un passo in avanti verso il futuro


Festival Genius loci 2022- Dove abita il genio

Inizia a Roma la quinta edizione della rassegna dedicata all'architettura e alla ricerca scientifica, tour guidati, mostre fotografiche, performance e workshop per conoscere i luoghi dove si crea il futuro


Premio alla carriera a Sandra Milo

La famosa attrice italiana sempre sulla cresta dell'onda


Antiparassitari ecologici, atossici e sicuri per pet e umani. L’innovazione di JB Tech

Un innovativo dispositivo che, con una tecnologia tutta made in Italy, tiene lontane zecche, pulci, e altri parassiti, senza ricorrere a sostanze chimiche, utilizzando onde meccaniche sonore, non percepibili dal nostro orecchio.


Industrie Fluviali, al via il 12 Marzo la prima edizione di “Sensors, an identity design mindtrip”

Un workshop creativo per intelligenze poco artificiali


Diventa ambasciatore della sostenibilità con il contest #roadtogreen

L’iniziativa è promossa dall’associazione Road to green 2020 e rivolta a tutti coloro che abbiano idee sostenibili per rendere il futuro più green. Per i migliori progetti, riconoscimenti e l’opportunità di visibilità e crescita nel settore


SOS Ucraina:  un aiuto a chi fugge dagli orrori della guerra

Al via una grande raccolta di generi di primo soccorso per i profughi ucraini


Grano: Cia-Agricoltori Italiani e Italmopa insieme per costruire una “filiera bio equa italiana”

Siglato protocollo d’intenti tra le due organizzazioni. Obiettivo sviluppare e promuovere progetti dedicati che garantiscano qualità, sostenibilità e giusto prezzo agli operatori coinvolti


Natale. Regali beauty, green e 100% made in Italy con Barò Cosmetics, la linea di alta cosmetica femminile

Il Natale si avvicina e con lui l’ansia da regalo perfetto? Nessun problema: Barò Cosmetics ® propone una serie di nuovi prodotti ideali sia per la beauty routine sia per il make-up di ogni donna.


10 regali sostenibili da mettere sotto l’albero. Le idee di Road to green 2020

Regali per tutti i gusti, che fanno piacere a chi li riceve, ma anche all’ambiente. Qualche suggerimento per rendere ancora più speciale questo giorno, contribuendo a rendere il mondo più sostenibile