Eventi
Si è svolta ieri 14 ottobre, negli splendidi saloni dell’Hotel The St. Regis Rome, la conferenza stampa di presentazione de “La Vendemmia di Roma”, che avrà luogo nella Capitale dal 19 al 24 ottobre.
Sergio Ferroni

La Vendemmia di Roma, manifestazione che unisce l’eccellenza della produzione vitivinicola al lusso, declinato nella moda, nel turismo e nel food si pone in maniera propositiva alla vigilia di una profonda trasformazione economica sul piano nazionale, che guarda all’ambiente e alla digitalizzazione. Per Roma un’occasione e una vetrina che può attrarre investimenti internazionali.  Per i marchi del lusso, un’opportunità di “ fare sistema” come ad esempio avviene in molte altre città. Quali sono le criticità, dal commercio alla moda, al settore food e le possibili strade da percorrere per la rinascita della città allineandola alle altre capitali europee? Al primo posto la sfida della sostenibilità: ogni settore produttivo o comparto commerciale come tutta la rete del retail può dare il suo contributo concreto.

Hanno partecipato alla conferenza stampa:

Vittorio Cino (Direttore Generale Federvini) , Stefano Dominella (Presidente Sezione Moda Design e Arredo di Unindustria), Romolo Guasco (Direttore di Confcommercio Roma), Giulia Urso (Assessore al Commercio del I Municipio) Andrea Amoruso Manzari  (Organizzatore della Vendemmia).Andrea Amoruso Manzari, dopo aver descritto brevemente il programma della manifestazione ha introdotto i relatori.

Sintesi dei temi trattati dai relatori:

Stefano Dominella ha sottolineato i tanti elementi che legano la moda al vino: “Non è un binomio ruffiano o tirato per i capelli. Fare un buon vino è molto vicino a realizzare una collezione di alta moda, prevede cura, passione, conoscenza del mercato e soprattutto  competenza.

Come il vino, anche  la moda chiama alla sostenibilità:  la moda usa i materiali dell’industria vinicole per tingere le fibre naturali, il brand di calzature Moreschi, ad esempio,  ha nella sua collezione una capsule la cui pelle è colorata  con il mosto del vino . E poi il vino chiama all’eleganza, un evento che ha il vino come protagonista ci porta ad essere più curati e glamour”.  

Giulia Urso ha affermato che La Vendemmia di Roma sostiene ettari di meraviglia ed esorta a fare sistema, unendo le eccellenze italiane, stimola dibattiti e riflessioni, dando un importante contributo alla rinascita di Roma. Ha suggerito di arricchirla con aspetti culturali come arte,  musica, aprendosi anche al  mondo delle accademie.  

Vittorio Cino ha ricordato che il rapporto tra Roma e vino è antichissimo. L’espansione del vino in Europa si deve alle legioni romane che ovunque andavano costruivano vigne. Il mercato del vino è quello di maggior export: se in passato il vino italiano era considerato un vino “da tutti i giorni” adesso rappresenta una vera eccellenza mondiale,  tanto che siamo i primi nella produzione di quantità. Non solo: il vino è socialità, emozione, viaggio. Non è un caso, infatti, che l’enoturismo nei borghi produttori di vino è il trend dominante. Anche per il vino, come per la moda, c’è bisogno di unità, è necessario andare oltre la frammentazione e fare sistema.  

Il tema dell’unità è stato analizzato anche da Romolo Guasco, che ha ricordato come Roma sia una città frammentata, e che è necessario creare tavoli unitari cui partecipi chi può fare sintesi tra aree e settori della città.  E’ importante avere un sistema di imprese con una voce unitaria per un interesse comune. Ha anche auspicato il moltiplicarsi di iniziative come  la Vendemmia, che aiuti a creare una città in cui accade qualcosa. Si sta lentamente uscendo dalla grande crisi dovuta alla pandemia ma Il mondo del retail ha ancora bisogno di sostegno, e soprattutto di riqualificazione delle aree commerciali più importanti, prima tra tutte il centro storico.

News correlate
Hong Kong e il bello dell’Italia

Il Comitato Dante Alighieri di Hong Kong ha inaugurato il suo nuovo centro nel prestigioso Hong Kong Arts Centre che ospita le principali istituzioni culturali europee presenti nella regione.


Si è svolta a Monterotondo la seconda edizione della manifestazione “PerchèCollezionare?”

Presso gli spazi del “Pub Alma” di Monterotondo la Kermesse ha inaugurato, alla presenza dell’avvocato Mauro Megaro presidente di OILFA, la sua seconda edizione.


Il 25 novembre, in occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne,

Rai Due alle 17.00 manderà in onda l’evento TV: “Women for Women against Violence – Camomilla Award”, kermesse pensata dalle donne per le donne contro la violenza che le colpisce.


DéjàVu lo show di Holly’s Good in esclusiva al Jet Set Club di Terracina

Ha debuttato in esclusiva nazionale, con un successo oceanico DéjàVu, il nuovo spettacolo della vulcanica performer e producer Holly’s Good, al secolo Daisy Ciotti, all’opening del Jet Set Club a Terracina di Domenico Scevola e Fabio.


Lux Area Center Artigiani in Mostra 20 e 21 novembre nella Coffee House di Palazzo Colonna

Before Christmas Edition, l'appuntamento che anticiperà le novità del Natale 2021


Premio Bandiera Verde Cia: vince l’agricoltura innovativa e di qualità che riparte dal territorio

Alla cerimonia in Campidoglio i riconoscimenti alle aziende agricole motore delle aree rurali. Tra gli esempi di tecnologia e sostenibilità, il grande impianto acquaponico nel Comune di Roma, il riso di Sibari e il vino Sangiovese, vinificato in bianco, d


LOCALI STORICI D'ITALIA | al via la prima giornata di eventi in tutt'Italia

E’ davvero un buon momento questo scorcio d'autunno per scoprire luoghi unici e straordinari che sono il regno del buono e del bello.


Dopo 20 mesi Il Circolo Delle Vittorie riapre i battenti con una conversazione su Reagan dal libro di Gennaro Sangiuliano

Il Circolo Delle Vittorie, fondato e diretto da Antonio Fugazzotto è impegnato da 15 anni ad operare sul fronte della politica e della cultura, vantando una ininterrotta attività con i suoi numerosi soci, amici e simpatizzanti (più di 900)


Biologico: Cia, settore strategico per transizione. Più risorse nel PNRR

Il presidente Scanavino all’apertura di B/Open. Urgente approvare la legge nazionale


“Biotech il futuro migliore”: una giornata di talk e networking per conoscere il valore delle biotecnologie e per affrontare insieme le urgenti sfide globali

Focus su salute, ambiente, sostenibilità e competitività