Turismo
Si tratta di un’importante opportunità utile a far scoprire le aree più interne e intime di Italia lungo un tracciato nuovo e lontanissimo dal turismo di massa. Un’occasione importante per le piccole realtà poste sul Cammino di fare comunità.
Sergio Ferroni

Da Fara San Martino (Chieti) a Pietrabbondante (Isernia) i chilometri ammontano a 90 (dei 550 totali dell’intero progetto) tutti mappati e dotati di segnaletica: il tracciato è illustrato in una mappa di recente realizzazione che agevola il percorso di questo primo tratto di Cammino, frutto di un intenso lavoro estivo, che ha visto la collaborazione e l’unione di forze di diversi interlocutori attivi sul territorio.  A partire dal decisivo intervento del Dott. Mario Pellegrini, Direttore della Riserva dell’Abetina di Rosello, che ha tracciato il percorso attualmente attivo: ai 59 km totali dichiarati la scorsa primavera, se ne sono aggiunti poco più di 30, che prolungano il tratto percorribile da Agnone (ultima tappa prevista prima dell’aggiornamento) a Pietrabbondante.  Si tratta di tanti passi in più verso Napoli, la tappa finale del Cammino di San Francesco, ipoteticamente raggiungibile per la fine del 2022: 

Ho seguito le tracce di San Francesco Caracciolo per incontrare le autorità locali, censire le numerose e poco conosciute offerte turistiche e culturali dei borghi, avviare alleanze ai fini della costruzione di un prodotto completo, avvalorato da una proposta esauriente di servizi per e attorno ai viandanti che decideranno di intraprendere il Cammino - commenta Nicola Caracciolo di San Vito dell’Associazione Laici Caracciolini, ideatore, promotore e coordinatore del progetto, che prosegue - incediamo nella ferma certezza che il Cammino di SFC sarà una preziosa opportunità per far circolare idee, esperienze, competenze che possano contribuire allo sviluppo integrale di meravigliose aree interne trascurate dai “grandi” progetti”.

Il progressivo spopolamento dei piccoli borghi è stato uno dei presupposti che ha dato vita all’idea un progetto innovativo, per promuovere uno sviluppo socioeconomico per una rete di piccoli paesi di aree interne dell’Appennino, facendo leva su una storia intensa e vera, quella di San Francesco Caracciolo, su un tema di grande “appeal” quale la cucina, essendo il santo patrono dei cuochi.

A sostegno del progetto ricordiamo le importanti campagne di crowdfunding come “Costruiamo insieme il Cammino” per la raccolta fondi destinata a supportare il territorio attraversato dal Cammino e i suoi comuni. In poco tempo si è attivata una rete di fundraiser che ha promosso il progetto raccogliendo denaro: i Sindaci, la Federazione Italiana Cuochi, i fornai, i panettieri (FIESA e ASSOPANIFICATORI ABRUZZO E MOLISE e FIESA CAMPANIA) e i pasticceri, la Filiera della Via Lattea, le Pro Loco guidate da quella di Roio del Sangro, l’Associazione Laici Caracciolini e l’Ordine dei Caracciolini, numerosi membri appartenenti alla famiglia dei Caracciolo, gli imprenditori, le parrocchie e le associazioni che hanno coinvolto donatori che hanno contribuito dal basso alla realizzazione di un cammino che va ben oltre il solo scopo turistico e si propone quale forma di turismo esperienziale in senso lato, che consentirà anche la riscoperta di luoghi salubri a dimensione umana, autentici, accoglienti, quali possono essere i piccoli borghi.

Un’occasione per muovere i primi passi lungo il Cammino di SFC è l’edizione della Netural Walk dall’8 al 10 ottobre: il percorso di 3 giorni si snoda all’interno del Parco della Majella, attraversando i sentieri calpestati durante la Seconda Guerra Mondiale dai soldati tedeschi, per scendere alla scoperta delle gole di Pennadomo e raggiungere Buonanotte, paese fantasma, una volta chiamato Malanotte.  Si prosegue lungo “via degli oliarai” seguendo le orme di San Francesco Caracciolo nel suo ultimo viaggio sino a giungere alle porte di Roio del Sangro e di Villa Santa Maria – terre di cuochi. Infine, la Valle Amara fino alla bellissima riserva naturale dell’Abetina di Rosello, per concludere il cammino ad Agnone, il paese delle campane (prenotazione richiesta: neturalwalk.com).

News correlate
Ritrovare l’equilibrio con VisitMalta e Virgin Active

Il brand Virgin Active, leader indiscusso del fitness, e VisitMalta, ente di promozione turistica dell’arcipelago maltese, insieme per promuovere un’idea completa di benessere


Chalet di montagna.Caldi e ospitali, la bella soluzione per vivere una vacanza ‘bianca’ con amici e famiglia

Dalla Valle d’Aosta al Trentino, ecco come trascorrere il prossimo periodo festivo con eleganza, strizzando l’occhio anche al portafoglio.


A Venezia la magia del Molino in Festa

Menu speciali, musica, benessere, sorprese per i più piccoli e molto altro nel programma delle festività dell’Hilton Molino Stucky


La Sardegna dei cammini

La seconda isola del Mediterraneo è meta ideale di un turismo lento e sostenibile, legato ai pellegrinaggi e a percorsi religiosi che nel tempo, su questa terra, sono andati a collegare siti e paesi culturalmente di grande rilievo.


HOTEL CA’ DI DIO A VENEZIA: UN LUOGO DOVE SCOPRIRE E RISCOPRIRSI

È il quarto hotel della collezione VRetreats, dopo Roma e Taormina: dimore storiche, vocazione internazionale e ospitalità deluxe, in cui il legame con il territorio emerge in ogni dettaglio.


La stagione invernale di La Thuile? Wild e adrenalinica!

È il luogo ideale per ricaricarsi, per sentirti libero, per misurarti con gli sport che più ami o in sfide ad alto tasso energetico.


Winter Season a Malta

Un cielo azzurrissimo che si riflette abbagliante sulla pietra color del miele dei palazzi nobiliari nelle città monumentali. Un patrimonio artistico e culturale che fonda le sue radici in oltre 7000 anni di storia.


Cunard festeggia 100 anni di giri del mondo!

La leggendaria compagnia di navigazione nel 2023 celebrerà lo storico traguardo di uno dei suoi prodotti più eleganti, sognati e ambiti di sempre.


PROMOZIONI ECCEZIONALI ALLO SPORT HOTEL DI  S. CATERINA VALFURVA

Il 27 novembre inizia, in sicurezza, la stagione invernale dell’Hotel Sport di Santa Caterina Valfurva per salutare la prima neve con offerte strepitose.


In Polonia il Natale è magico

I mercatini di Natale in Polonia sono sempre incorniciati da splendide illuminazioni, arricchiti da presepi e decorazioni natalizie per far vivere un’esperienza davvero speciale e indimenticabile!