Enogastronomia
La buona cucina in riva al mare presentata dallo chef Fabio Di Vilio
Francesca Sirignani

Quando arriva l’estate, le occasioni per banchetti, feste o aperitivi a base di pesce si moltiplicano. Tavoli su terrazze panoramiche, pranzi e cene in spiaggia diventano l’appuntamento quotidiano di tutti coloro che amano rilassarsi in buona compagnia. Questo è ciò che accade in molte località turistiche italiane, in particolare a Fregene che si  affaccia sulle splendide acque del Mar Tirreno e che accoglie, tra i tanti stabilimenti e ristoranti, anche quello della Scialuppa da Salvatore.

Il ristorante situato in Via Silvi Marina presenta tutti i suoi meravigliosi spazi per offrire piacevoli momenti nei quali poter godere della vista del mare scoprendo i piatti dello chef Fabio Di Vilio.

Un locale aperto tutto l’anno che si sviluppa con una successione di ambienti che consentono di vivere l’esperienza gastronomica in vari modi: dalla prima sala a vetri, più riservata, allo spazio che porta sulla spiaggia per godere della brezza marina fino a giungere ai tavoli posizionati sulla sabbia, sotto grandi ombrelloni.

“Il mio percorso nasce qui, dove nulla è lasciato al caso, dove tutto è amato, e dove ogni singolo angolo ha la sua storia. Non posso che ringraziare chi mi ha dato fiducia. Amore, passione, tradizione ed innovazione. Ogni singolo prodotto è frutto di una selezione e di una ricerca. Amiamo ciò che facciamo, e facciamo del nostro meglio per farvi arrivare questa emozione, con la voglia di essere sempre migliori per voi” questa la filosofia gastronomica di Fabio Di Vilio, romano di origini campane, classe ’84, da alcuni anni alla guida della brigata di cucina del ristorante di famiglia. La moglie di Fabio è infatti la nipote di quel Salvatore che ha dato vita ad un luogo oramai divenuto un tutt’uno con la sabbia ed il mare.

Lo Chef Fabio Di Vilio, estroso e creativo, con professionalità unisce i piatti della tradizione a quelli dell’innovazione: un percorso che trae giovamento dal perfetto connubio tra l’orto di famiglia situato a Maccarese nel quale Fabio coltiva frutta e verdura, e i prodotti del mare, protagonisti assoluti delle sue creazioni.

Dai piatti,  ben presentati nel dettaglio, si percepisce  che la materia prima utilizzata sia di prima scelta e di qualità superiore. Il menù del ristorante si basa sul pescato fresco, cucinato in maniera semplice e tradizionale e qualunque cosa si desideri, c’è sempre un buon vino che lo  accompagna.

Brodi, fondi e bisque per impreziosire i piatti classici, affumicature, marinature e fermentazioni per rendere intriganti le sperimentazioni: le due anime culinarie di Fabio Di Vilio si fondono in un approccio personale al mare che trova la sua espressione in piatti quali Ricciola, cavolo rosso, aglio nero e scalogno caramellato, il Polpo verace, guanciale, salsa verde e patata dolce, gli Spaghetti ai lupini locali, il Risotto di brodo umami, il Palombo alla mugnaia, carciofo fermentato e lemon curd e la Triglia alla diavola.

“La mia cucina parte dai sapori scoperti nei viaggi, è una cucina semplice e immediata focalizzata sulla ricerca e la valorizzazione delle materie prime. Studio e mi aggiorno continuamente per apprendere nuove tecniche e cotture, lavorazioni che possano consentirmi di esaltare le caratteristiche dei prodotti del mare” racconta Fabio Di Vilio.

La Scialuppa da Salvatore, inoltre, è una location dai mille volti: uno stabilimento balneare ma anche  uno spazio versatile e poliedrico che offre molteplici soluzioni per valorizzare i propri eventi e renderli davvero indimenticabili. Dall’accoglienza in spiaggia all’organizzazione di matrimoni, cene esclusive, live music, compleanni, eventi aziendali, e ricorrenze di ogni genere. Il chiosco bar, al centro della spiaggia ne è l’emblema. Dalla colazione all’happy hour fino a notte quando si veste da Lounge bar.

Da non perdere anche l’appuntamento con l’aperitivo: ogni sabato e domenica, dalle 18.00 alle 22.00 sarà infatti possibile scegliere dalla carta creata da Fabio Di Vilio alcuni piatti che vanno dall’accurata selezione di crudi alle proposte del giorno senza dimenticare il Sushi, il tutto accompagnato da una Drink List che comprende cocktail, birra e una interessante raccolta di vini, etichette scelte con un focus sul territorio laziale e prodotti naturali, chiudendo con le immancabili bollicine.

Alla Scialuppa da Salvatore si  riesce subito a prendere le distanze dalla vita di ogni giorno, immersi in un’atmosfera ricca di sapori, di profumi e di colori grazie anche all’impegno, alla passione, alla gentilezza e, soprattutto  al sorriso del personale pronto a dare le dovute attenzioni ai clienti.

Questa location è, veramente, un luogo ideale per pranzi o lunghe e piacevoli serate tra amici o intime cene romantiche sotto il meraviglioso cielo stellato di Fregene.

Francesca Sirignani

 

PER INFORMAZIONI:

La Scialuppa da Salvatore

Via Silvi Marina, 69, 00054 Fregene RM

Tel. 06/66 56 00 02

http://www.stabilimentolascialuppa.it/fregene/

Francesca Sirignani

Giornalista pubblicista specializzata in tematiche turistiche ed europee. Ha conseguito una laurea in Giurisprudenza e, dopo aver ottenuto la seconda laurea in Studi Europei ed Internazionali, ha approfondito la conoscenza dell’inglese e del francese viaggiando e frequentando corsi linguistici all’estero. Collabora con diversi un periodici specializzati in viaggi e rivolti a chi è appassionato di turismo, cultura ed enogastronomia. Si è occupata anche della redazione dei magazine dell‘ Hotel Indigo St. George, un boutique hotel 5 stelle lusso di Roma. La passione che nutre per le culture, le tradizioni e i paesaggi di altri popoli l’ha sempre portata a viaggiare e a fotografare molti Paesi.

News correlate
Autunno in Slovenia lungo le strade del vino

Bianco o rosso, aromatico, forte, pieno o leggero, secco o dolce: pronti a partire per un viaggio, summa di profumi, sapori e tradizioni alla ricerca del vostro vino sloveno preferito?


Anteprima mondiale Tartufo Bianco 2021. Boom da novembre e prezzi in calo

Attenzione a shock maltempo e alleanza con ristorazione per settore da 500 milioni di euro. In Cia con l’Accademia del Tartufo nel Mondo, previsioni nuova stagione


Food and Travel Awards 2021

La Slovenia e il direttore dell’Ente del Turismo per l’Italia, Aljoša Ota, premiati alla quarta edizione degli Awards.


Slovenia: Svelata la Guida Michelin 2021

Finalmente svelata l'edizione 2021 della Guida Michelin Slovenia, che conta in totale ben 53 ristoranti.


Biologico: Cia, solo il 5% delle sementi è bio, servono nuove e maggiori varietà

Siglato al SANA 2021 accordo tra Anabio e ditte sementiere per favorire incontro tra domanda e offerta. Appello al Mipaaf per un Piano di ricerca dedicato


L’arte della norcineria all’Agriturismo Corte Lantieri Lantieri di Capriolo  in occasione del Festival del Franciacorta

Visite guidate in cantina con degustazione e delizie in tavola con il Menù Festival Franciacorta


DAI SETTE COLLI DI ROMA AL “SETTIMO ROMAN CUISINE & TERRACE”

Lo Chef Giuseppe D’Alessio presenta una cucina all’insegna della romanità, della stagionalità e della qualità


AL METROPOLITA: UN MIX DI SAPORI E DELIZIOSI ABBINAMENTI

Elegante, accogliente e ricercato, il “Metropolita”, tempio della mixology capitolina, rinfresca le caldissime serate dell’estate romana


PANE&PANETTIERI D’ITALIA 2022

La classifica dei migliori panificatori italiani


Vino: Cia dal Forum Nazionale, entro 2021 rimbalzo del 9%. Già persi 3 mld

L’evento in collaborazione con Uiv. Ripresa ancora lenta, investire su promozione Made in Italy, e-commerce (+120%) ed export in Cina (+22%). Boom di rosati e bollicine (1 mld di bottiglie nei prossimi tre anni)