Arte e cultura
Assegnato a Bruno Scapini il Premio Speciale per la Narrativa Internazionale
Sergio Ferroni

Foto Cover: Bruno Scapini

Con il romanzo “Artsakh. Confessioni sulla linea di contatto”, l'Autore, Bruno Scapini, si aggiudica il Premio Speciale per la Narrativa Internazionale nell'ambito della 46a Edizione del prestigioso e storico Premio Letterario Casentino. 
    Nonostante le difficoltà in un periodo insolito, segnato dall'emergenza sanitaria, il Premio Casentino non demorde e va avanti. Nella splendida aura mistica dell'Abbazia di San Fedele a Poppi ( nell'aretino ), si è svolta anche quest'anno, sabato 24 luglio, al cospetto di eminenti personalità del mondo dell'arte e della cultura, la cerimonia di consegna dei riconoscimenti. I ben noti precedenti storici della ricorrenza e la incontestabile autorevolezza della Giuria, di ben accreditata stima per la presenza tra i suoi componenti di nomi di assoluto prestigio, quali il Presidente Marino Biondi, già docente di letteratura all'Università di Firenze e saggista, e di Marina Pratici, eminente figura di critico letterario, scrittrice e poetessa, insignita del titolo di Ambasciatrice internazionale della cultura, hanno confermato ancora lo straordinario successo della manifestazione e la sua ormai congenita tradizionale solennità. 
    Prevalentemente, come si è visto dalla presentazione delle opere selezionate, gli argomenti trattati hanno toccato in questa Edizione, quasi per una fatale coincidenza, le sofferenze legate al triste periodo che stiamo oggi vivendo a causa dell'emergenza sanitaria, e il tema della negazione della “Giustizia”. E proprio a quest'ultimo si connette l'opera di Bruno Scapini, “Artsakh. Confessioni sulla linea di contatto”. L'Autore nel suo indirizzo di saluto ha peraltro inteso porre l'accento sul senso e il portato del suo romanzo che, pur poggiando su una trama di pura invenzione, come dice, realizza una narrativa che si contestualizza in un insieme di riferimenti storici e politici veri e reali. E' suo intento, infatti, dare con quest'opera corpo e sostanza alla denunzia di un crimine rimasto purtroppo impunito, ma non per un banale errore giudiziario, bensì, e più gravemente, per “sgarbo” politico. Una intenzionalità dunque la sua che, come lo Scapini stesso precisa, traspare da una sottile provocazione che impermea di sé l'intera trama. E ancora una volta, afferma l'Autore, è la Nazione armena ad esserne vittima.  Come se un fatale destino di morte la perseguitasse, senza per contro ottenerne il giusto riconoscimento in termini di riparazione. 
    Un romanzo, dunque, Artsakh, che molto insegna sui rischi che incombono sulla realizzazione della “Giustizia” per via dei prospettivismi politici da cui essa purtroppo spesso dipende. E in tale contesto, il genere di scrittura in cui l'Autore si impegna -  recita ufficialmente la motivazione della Giuria – risulta “... non solo godibile sul piano di una rinnovata estetica narrativa, dell'avventura da leggere, ma decisamente istruttivo”.  
    Insomma, l'opera “Artsakh. Confessioni sulla linea di contatto” si distinguerebbe, ad avviso della Giuria, quale esempio della straordinaria abilità del suo Autore a fondere insieme competenze professionali, incontri di vita e conoscenze delle problematiche umane capaci tutti di riversarsi in scrittura e animare una storia, spesso complessa e dolorosa per le emozioni che coinvolgono i personaggi, ma pur sempre entusiasmante ed avvincente come racconto.  
      
 

News correlate
Davide Dormino presenta: Quello che non ho mai detto

Il giorno 16 settembre 2021 Curva Pura presenta il progetto Quello che non ho mai detto di Davide Dormino, a cura di Pietro Gaglianò, un’opera pensata espressamente per lo spazio di Curva Pura.


 L’Aleph Rome Hotel e l’arte contemporanea: “Con-domini” di Massimo Antonelli

L'Aleph Rome Hotel, Curio Collection by Hilton, sempre attento alle tematiche del bello, dell’arte e della creatività prosegue il suo programma di mostre personali di arte contemporanea curato da Gabriella Perna.


L'artista Daniele Basso presenta Cristo Ritorto

Opera per la Quinta Incoronazione Centenaria della Madonna d’Oropa


L’arte contemporanea italiana ad Expo 2020

Appuntamento speciale è quello dell’Expo 2020 Abu Dhabi-Dubai, al via il primo di Ottobre 2021 che si protrarrà sino al 31 del mese di marzo dell’anno prossimo.


FABIO MARIANI intervista d'artista

Mariani trova se stesso attraverso lo studio della natura


Dante 700, dalla selva oscura alle luci di Berlino

La Società Dante Alighieri all’iniziativa dell’Ambasciata italiana a Berlino per il 700° anniversario della morte del Sommo Poeta


AlbumArte presenta ad Art House a Scutari (Albania)  il progetto editoriale ALL BOOM ARTE

Sabato 11 settembre 2021, alle ore 17.30, nell’ambito delle attività del festival Ekrani i Artit 2021, AlbumArte presenta ad Art House a Scutari (Albania) il progetto editoriale ALL BOOM ARTE.


L’Arte ai Porti Imperiali di Claudio e Traiano - Parco archeologico di Ostia antica

75 artisti per Arteporto - Fuori confine | Inaugurazione 18 settembre 2021 | Porti Imperiali di Claudio e Traiano - Parco archeologico di Ostia antica - Fiumicino (RM)


ENVIRONMENTS - Fondazione Salvatore Meo | Andrea Polichetti

Venerdì 24 Settembre SPAZIOMENSA inaugura la stagione espositiva 2021/2022 con Environments, una doppia personale di Salvatore Meo e Andrea Polichetti.


L’Arte dei “I Di Stefano” allo Studio Cico

Lunedì 6 Settembre alle ore 19, si aprirà presso lo StudioCico di via Gallesa 8 Roma, una mostra dedicata a "I Di Stefano".