Arte e cultura
Un tributo alla cultura, al potere e all'importanza del sapere, alla sua capacità di incidere sulla storia, di formare l’identità ed elevare l'individuo.
Sergio Ferroni

È questo il tema di Trame della lettura, l’ultima mostra in ordine di tempo della fiberartist Luisa Longo, che si tiene a Roma, alla Casa delle Letterature, dal 23 aprile al 23 maggio 2021 in occasione di “Leggere, sempre -Festa del libro e del diritto d'autore a cura di Biblioteche di Roma in collaborazione con AIE”, l’evento culturale che, come ogni anno, il 23aprile celebra la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore.

Una collezione di20 opere inedite, dipinte su organza,realizzate fra il 2019 e il 2021, che rappresentano le biblioteche del mondo, raccontando i luoghi in cui tanta parte del patrimonio culturale dell’umanità è raccolto e custodito.

I quadri nascono dall’intento dell’artista di rendere omaggio alla cultura scritta, al potere che le parole hanno di incidere sull’essere umano e di determinare il cambiamento con una forza che negli ultimi tempi è, ingiustamente, stata dimenticata.

Ma non solo, le opere esposte celebrano allo stesso tempo i luoghi della cultura, attraverso la selezione di capolavori nel mondo dell’architettura moderna e contemporanea, che sono anche alcune delle biblioteche più importanti del mondo, selezionate per il loro valore storico oltre che per la bellezza architettonica degli spazi.

Non a caso Trame della lettura si svolge in un luogo nella Capitale che ben rappresenta l’importanza del valore architettonico delle biblioteche, la Casa delle Letterature, nel prestigioso complesso borrominiano dell'ex Oratorio dei Filippini a piazza dell'orologio; un’istituzione pubblica che dal 2000 a oggi si è affermata come luogo di studio e di promozione della cultura scritta, interamente dedicato alle letterature italiana e straniera del Novecento e del nuovo millennio.

«Sono sempre stata affascinata dalle biblioteche - afferma Luisa Longo - le ho cercate e visitate nel mondo, anche nei luoghi più sperduti, perché nelle biblioteche si diventa invisibili, si sparisce per immergersi completamente nelle pagine che si stanno leggendo, in uno spazio senza interruzioni, fuori dal tempo. Si diventa una cosa sola con il proprio pensiero.»

Evento realizzato in occasione dell’apertura di “Leggere, sempre-Festa del libro e del diritto d'autore a cura di Biblioteche di Roma in collaborazione con AIE”.

La mostra sarà disponibile on line attraverso i canali Youtube @bibliotechediroma

Facebook  @biblioteche.roma  @casa.letterature  Instagram @bibliotechediroma

Le opere

La mostra Trame della lettura espone 20 opere inedite, realizzate da Luisa Longo fra il 2019 e il 2021, con tecnica mista acrilico su organza, che danno corpo all’idea di sapere considerato non come acquisizione di informazioni e raccolta di nozioni ma, al contrario, come forza liberatrice dell'intelletto, strumento di espressione della creatività, occasione di riscatto dell'essere umano dalla brutalità e dalla violenza.

La mostra si presenta come un viaggio attraverso alcuni dei luoghi che meglio custodiscono il sapere umano e lo mettono a disposizione di tutti, a partire dalle grandi e prestigiose istituzioni pubbliche, come la biblioteca El Ateneo Grand Splendid di Buenos Aires, la Trinity College Libraryela Lincoln library nel Regno Unito, fino alle piccole, ricercate, raccolte curate da privati, come nel caso di una preziosa Private Library in Grecia.

Le biblioteche di Longo sono luoghi realmente esistenti, che la pittrice ha visitato durante i molti viaggi, e che sono reinventati attraverso suggestioni personali e trasposti sulla stoffa solo dopo che la memoria le ha reinterpretate, quando, una volta nel suo atelier, Longo rielabora l'esperienza, l'immagine per farla propria e tradurla con linguaggio originale.

Quello creato da Longo è un mondo in cui tutte le cose, i luoghi, sembrano avere un'anima e appaiono mossi da un'energia interna. Così, spazi volutamente bidimensionali, in cui le forme sono ricondotte a segni grafici, a linee di colore, improvvisamente acquistano corpo e profondità, rendendo manifesto il potere della conoscenza e dando valore ai luoghi in cui essa è custodita.

Luisa Longo, fiberartist

Luisa Longo inizia a operare nell’ambito della Fiber art già durante il periodo degli studi all’Ecole du Louvre di Parigi. Accanto a una formazione artistica accademica, si dedica, infatti, subito a intraprendere quella sperimentazione di tecniche e materiali che prosegue ininterrotta fino a oggi.

A Bologna, sua città natale, entra a far parte della bottega dell’artista Camillo Bersani, orientando la sua produzione verso tessuti che rendono effetti complessi di luce, come la seta e l’organza.

Dopo lunghe permanenze in America e in Asia ritorna in Italia, dove entra in contatto con gli artisti della Transavanguardia.

A Roma crea le serie di opere sull’architettura contemporanea, nelle collezioni dei grattacieli, esposte in occasione della Biennale di Architettura di Venezia e di Artissima, e delle biblioteche.

www.luisalongo.com

IG e FB @luisalongofiberartist

La Casa delle Letterature

Fondata nel 2000 a Roma, la Casa delle Letterature è uno spazio cittadino interamente dedicato alle letterature italiana e straniera del Novecento e del nuovo millennio. Ha sede nel prestigioso complesso borrominiano dell'ex Oratorio dei Filippini a piazza dell'orologio ed è stata la prima casa del sistema culturale cittadino romano.

News correlate
Mostra sugli obelischi di Roma presso l’Ufficio culturale egiziano a Via delle Terme di Traiano

Roma con i suoi 13 esemplari, è la città al mondo con il maggior numero di obelischi egizi autentici, installati nella Città Eterna in epoca classica


La Galleria Mucciaccia di Roma presenta Pietro Consagra. Scultura in relazione Opere 1947-2004

La Galleria Mucciaccia inaugura la mostra personale di Pietro Consagra Scultura in Relazione. Opere 1947-2004, a cura di Francesco Pola, in collaborazione con Archivio Pietro Consagra, negli spazi di largo Fontanella Borghese a Roma


“Roma città del Giubileo e di Pace”

Trasformazioni ed evoluzioni di una città negli Anni Santi


Una “Strada” per l’Arte

Le opere di Bolognesi si possono definire semplicemente con un aggettivo: emblematiche.


L’artista internazionale Jaye Rhee ospite speciale del Festival del Tempo alla Genova BeDesign Week

Il Festival del Tempo, giunto alla sua terza edizione, presenta per la Genova BeDesign Week-Tempo di Design il lavoro dell’artista internazionale Jaye Rhee, con la sua video installazione Once Called Future.


Si è svolto presso la Galleria d’arte Moderna di Roma la presentazione del libro Arte e identità della specie umana (Manfredi Edizioni) di Gabriele Simongini.

Con questo saggio, inteso anche come testimonianza del disagio di un appassionato d’arte, si intende fornire un contributo ad una riflessione più ampia


Il 21 e il 28 maggio alla scoperta di Pier Paolo Pasolini nei luoghi della sua vita: visite guidate gratuite organizzate da DBG

A Roma, tra Casal Bruciato e Rebibbia, il ricordo della vita e dell’artista con gli eventi della manifestazione “Racconto di una vita da Corsaro. Pier Paolo Pasolini”.


GRIBOUILLAGE: a Villa Medici conferenza #5 con Philippe-Alain Michaud "Scarabocchio sulla pellicola"

Ultima conferenza legata alla mostra Gribouillage / Scarabocchio. Da Leonardo da Vinci a Cy Twombly in corso nei saloni di Villa Medici fino al 22 maggio 2022.


“Amelia e le arti”, di Paola Mangia, presentato all’Accademia Nazionale di San Luca

Il volume, oltre alle emergenze monumentali in parte già note, tratta il panorama della pittura e della scultura del Rinascimento


Ai Piedi della Vera Coscienza

Hari Simran ha presentato presso la biblioteca Bibliothtè il suo ultimo libro “Ai Piedi della Vera Coscienza”