Cinema e teatro
Testo di Fiona Bettanini e Diego Ruiz, attori Fiona Bettanini e Diego Ruiz. Regia: Pino Ammendola e Nicola Pistoia
Deborah Bettega

In concomitanza con il debutto dell’edizione inglese a Londra, torna, per festeggiare il ventennale dal suo primo debutto, lo spettacolo che è stato un vero fenomeno teatrale sia in Italia che all’estero.

Ebbe successo vent'anni fa e riproposto fino al 2 febbraio al teatro Ghione continua ad averne grazie non solo alla scorrevolezza dei testi e alla bravura degli attori, ma anche per il fatto di riuscire a far emergere con eleganza le problematiche dell'amore nell'uomo e nella donna oltre a quelle sessuali.

La commedia ha già fatto ridere migliaia di spettatori, curiosi di spiare questa coppia di amici ( Diego Ruiz e Fiona Bettanini) che si ritrova a dover condividere il letto di un motel. Da quel letto non scenderanno mai, ma su quel letto affronteranno le loro più intime paure, le reciproche curiosità , le debolezze mai ammesse, e riusciranno a confessarsi segreti e tabù mai pronunciati prima. Il tutto ridendo delle proprie debolezze. Anche lo spettatore riuscirà a capire finalmente cose che non aveva mai avuto il coraggio di domandare. Cosa pensano gli uomini della sessualità femminile? Hanno presente quali siano effettivamente le fantasie delle donne? E le donne conoscono i piaceri dell'uomo? Quali sono le tattiche per conquistarlo? Qualcuno sa spiegare che magia c'è a fare l'amore di prima mattina, con l'alito pesante, la bocca impastata e le caccole agli occhi? E le posizioni ideali per trovare il punto G? Ci sono uomini che lo cercano da anni e ancora non l'hanno trovato. D'altronde mica ci sono dei cartelli! Chi glielo indica poverini? Nessuna donna ha mai detto " più su', più giù, più a destra o più a sinistra".... Neanche un aiutino! Ma d'altra parte, può una donna presentarsi così: "Piacere, sono clitoridea, preferisco stare sopra, adoro i baci sul collo e il mio punto G è in fondo a destra!"? Queste e altre ancora sono le domande che si pongono i due protagonisti nella stanza di un Motel su un grande letto matrimoniale, lenzuola rosse e un'atmosfera piacevolmente alquanto accattivante.

Sicuramente si esce dallo spettacolo divertiti! 

News correlate
PANDEMIC TALES

Reazioni Artistiche di Allievi in trincea


Il Teatro Brancaccio presenta Debora Villa "Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere".

"Tanto tempo fa, i Marziani e le Venusiane si incontrarono, si innamorarono e vissero felici insieme. Poi arrivarono sulla terra e furono colti da amnesia: si dimenticarono di provenire da pianeti diversi."


Teatro Brancaccio e MDM Academy  presentano le Master Class internazionali dedicate ai professionisti del musical.

Stap Brancaccio di Roma e la MDM Academy di Milano presentano Masters of Musical un progetto formativo rivolto ai professionisti del musical.


Il Teatro Sala Umberto di Roma presenta "SHERLOCK HOLMES e i delitti di Jack lo squartatore "

Non tutti forse sanno che nel 1888 Sir Arthur Conan Doyle, il creatore di Sherlock Holmes, fu chiamato più volte da Scotland Yard ad offrire la sua consulenza a proposito degli efferati delitti che in quegli stessi anni coinvolgevano la Londra Vittoriana.


GLI ANNI PIÙ BELLI

Il tempo è il vero protagonista del film "Gli anni più belli" di Gabriele Muccino. Importante è anche il valore dell'amicizia tra sogni, delusioni, amori, tradimenti, speranze e fallimenti di un'intera generazione.


 Il Teatro Sala Umberto di Roma presenta "L'Uomo, La Bestia, la Virtù" di Pirandello.

Il David di Donatello Giorgio Colangeli veste i panni del “trasparente” professor Paolino nella rilettura registica di Giancarlo Nicoletti di uno dei classici pirandelliani, “L’uomo, la bestia e la virtù”.


Il Teatro Sala Umberto di Roma presenta "Le Allegre Comari di Windsor"

La scrittura di Edoardo Erba e la regia di Serena Sinigaglia riadattano, tagliano e montano con ironia Le allegre comari di Windsor, innestando brani, suonati e cantati dal vivo dal Falstaff di Verdi.


Il Teatro Brancaccino di Roma presenta: Vincent Van Gogh - le lettere a Theo

Un mondo fantastico, tenero e disperato affiora dalle tante lettere che Vincent scrisse all'adorato fratello Theo, gallerista, che si occupò di lui tutta la vita.


SUPERMAGIC ILLUSIONI

Festival Internazionale della Magia 17ª edizione al teatro Olimpico fino al 9 febbraio


Ghost al teatro Sistina di Roma fino al 9 febbraio

Tratto dall’omonimo film della Paramount Pictures scritto da Bruce Joel Rubin