Musica
Quinto concerto di "Conoscere la musica".
Nicoletta Gandolfi

COMUNICATO
STAMPA
FRANCO MEZZENA SUONA LA “PRIMAVERA” A VILLA SMERALDI

Mercoledì 26 giugno alle 21, il grande violinista trentino allievo di Salvatore Accardo, autore di più di sessanta CD, torna in concerto nella splendida settecentesca Villa Smeraldi di San Marino di Bentivoglio, in duo col pianista Stefano Giavazzi, con cui ha recentemente inciso l’integrale delle Sonate di Beethoven. In programma la celebre Sonata “La Primavera” di Beethoven, “Baal Shem” di Bloch e la Sonata n. 2 di Ravel.

Si tratta di un gradito ritorno a Bologna per il grande violinista trentino Franco Mezzena, allievo di Salvatore Accardo, considerato come uno dei migliori violinisti della sua generazione, con alle spalle migliaia di concerti in tutto il mondo e più di sessanta dischi registrati in oltre trent’anni, fra i quali si ricorda la prima integrale dei 29 Concerti per violino e orchestra di Giovanni Battista Viotti (Dynamic) e la recentissima integrale delle 10 Sonate per violino e pianoforte di Beethoven per l’etichetta Wide Classique, quest’ultima registrata accanto al pianista di origine mantovana Stefano Giavazzi, già allievo
di Rinaldo Rossi e poi perfezionatosi con giganti della tastiera quali György Sandor e Joaquín Achucarro. Proprio con Giavazzi (oggi docente al Conservatorio di Mantova) Franco Mezzena si presenta per il suo recital alla Villa Smeraldi, dimora costruita a fine settecento all’interno di un vasto parco: sugli spartiti tre opere capolavoro per violino e pianoforte come la celebre Sonata op. 24 “La Primavera” di Beethoven, assieme alla Kreutzer la più amata ed eseguita fra le dieci complessive, poi il trittico Baal Shem (Tre pezzi di vita chassidica) del grande compositore svizzero ebreo Ernest Bloch (1880-1959), quindi la Seconda Sonata per violino e pianoforte di Maurice Ravel, un brano magnifico di assai rara esecuzione. Chiuderà la serata la celebre Tzigane di Ravel (Rapsodia da Concerto), con cui Franco Mezzena darà sfoggio della sua immacolata tecnica virtuosistica e della sua riconosciuta sapienza musicale conquistata in ormai quarant’anni di carriera nei teatri e nelle sale di concerto di tutto il mondo.
Fra le tante la Carnegie Hall di New York, dove recentemente ha suonato il Concerto di Mendelssohn con grande successo personale.

I concerti delle “Notti Magiche” di Conoscere la Musica si concludono nello stesso luogo, cioè alla Villa Smeraldi di San Marino, mercoledì 3 luglio alle 21 con l’Ach Duo, formato dall’arpista Noemi Hanczyk e dal chitarrista Aleksander Pankowski, impegnati in musiche di Tansman, Ferrante, Debussy e Pujol.
“Conoscere la Musica” che fa parte del cartellone di “Bologna Estate”, gode del patrocinio della Regione Emilia Romagna, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Mibact), dell'Unesco e del contributo di Comune di Bologna, Fondazione del Monte, Fondazione Carisbo, Genus Bononiae, Coop Adriatica e Bper.

Per l'ufficio stampa
Alberto Spano

Nicoletta Gandolfi

Architetto e Giornalista. Ordine degli Architetti n. 2610 - Ordine dei Giornalisti n.156485 L’ Arch. Nicoletta Gandolfi si è laureata in corso in Architettura presso l’Università di Firenze nel '94 con votazione 100/100, in indirizzo storia e restauro. Successivamente ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della libera professione presso l’Università degli studi di Firenze e da allora svolge la libera professione. E' iscritta all'Ordine degli Architetti, pianificatori e paesaggisti di Bologna dal 1995. www.nicolettagandolfi.com

News correlate
Musica raffinata e testi ispirati. Esce l'ultimo disco di LEDA

"Le pagine dei ricordi" il nuovo disco di inediti di LEDA è ora disponibile su tutte le piattaforme digitali. Per volere della cantautrice i proventi andranno totalmente in beneficenza.


A TIVOLI “ROCCAFEST” Rassegna multidisciplinare per i giovani

All’Anfiteatro romano del Castello di Rocca Pia teatro, letteratura e musica


Spoleto Jazz Season 2021

Seconda edizione per Spoleto Jazz Season che, dopo un anno di interruzioni dovute all'emergenza Covid, riprende il suo calendario con tre appuntamenti di grande respiro internazionale.


Fiumicino Jazz Festival: birrificio agricolo Podere 676, Michael Rosen Harmonic Quartet, Attilio Berni Sax&Sex

Secondo long week-end di jazz, natura e degustazioni per il Fiumicino Jazz Festival, la manifestazione ideata e promossa dal Museo del Saxofono in collaborazione con la Pro Loco di Fiumicino e il birrificio agricolo Podere 676.


Ma che ne sai se non hai fatto il pianobar

Sotto i tavoli ci ho visto far l’amore al pianobar di Susy.


Grande successo per il concerto di LEDA ad Ovindoli (AQ)

Finalmente il ritorno su un palco con il suo nuovo concerto. LEDA si esibisce in concerti di beneficenza devolvendo tutto il ricavato. In questo caso a favore della Croce Rossa di Ovindoli.


Dentro il bosco del WOOD il nuovo concerto del progetto VIVALDI DIRIGE VIVALDI

Lo spazio green da cui ripartire Cocktail, food e musica eco-sostenibili in armonia e all’insegna dello spirito sereno e positivo


Fiumicino Jazz Festival: concerti, gite musicali sul battello, eventi sax&beer

Il jazz ha fatto grandi passi durante il suo cammino evolutivo: dalle strade di New Orleans alla ventosa Chicago, dalla calda Los Angeles fino alla frenetica e cosmopolita New York. Poi ha attraversato gli oceani e ha invaso il mondo.


Omaggio in jazz alla storia del cinema italiano anni 50, 60, 70 e 80

Un’epoca memorabile della colonna sonora del cinema italiano rivive ora in Cinecittà


Wood Natural Bar - Stefania Tallini & Franco Piana

Un incontro che unisce due forti e diverse personalità artistiche, che insieme trovano un punto di fusione attraverso un repertorio che si muove da brani originali a reinterpretazioni di standard jazz, di canzoni italiane e della musica brasiliana.