Enogastronomia
L'evento, dedicato al tema della Cucina Mediterranea, ha rappresentato un importante momento di confronto e approfondimento sulle nuove frontiere della nutrizione in cucina e della gastronomia.
Sergio Ferroni

Il 3° Convegno di AINC celebra la Cucina Mediterranea

Si è concluso con grande successo il 3° Convegno Nazionale dell'Associazione Italiana Nutrizionisti in Cucina (AINC), svoltosi il 23 novembre presso la Tribuna Autorità dello Stadio Olimpico di Roma.   Il convegno è stato dedicato alla Cucina Mediterranea, mettendo in luce la ricchezza e la varietà di questa tradizione alimentare secolare e sottolineando l'importanza di riscoprire e valorizzare questa cucina, non solo per i benefici che comporta per la salute, ma anche per il suo gusto inconfondibile.  L'organizzazione del convegno è stata curata dall'Associazione Italiana Nutrizionisti in Cucina (AINC) in collaborazione con Excellence Food Innovation, con la regia del Dott. Domenicantonio Galatà, direttore scientifico del convegno e rinomato esperto di nutrizione in cucina. 

Il convegno ha ricevuto il patrocinio della Federazione Nazionale dell'Ordine dei Biologi FNOB rappresentata in presenza dal Dott. Domenico Laurendi e dal presidente dell'OBLA, Ordine dei Biologi Lazio e Abruzzo, la Dott.ssa Daniela Arduini. Quest'ultima ha sottolineato il ruolo centrale del biologo nutrizionista nell'approccio "One Health" per perseguire una salute globale.

I relatori hanno fornito contributi di alto livello scientifico e divulgativo.

Il Prof. Lorenzo Donini ordinario di Alimentazione e Nutrizione Umana dell'Università degli Studi di Roma Sapienza ha sottolineato l'importanza di considerare non solo gli aspetti biochimico-nutrizionali ma anche quelli psicologici, edonistici, sociali e culturali che influenzano le scelte alimentari umane e che caratterizzano la cucina mediterranea.

La cucina mediterranea è anche sostenibilità, il Prof. Marco Esti docente di Tecnologie alimentari presso l'Università della Tuscia e responsabile del Food and Wine Biotechnology Lab afferma: "le innovative tecniche di estrazione, mediate da enzimi food grade, hanno rivoluzionato i metodi di recupero delle molecole bioattive dai tessuti vegetali. Si tratta di approcci non invasivi e sostenibili - adottati ormai da qualche anno dal nostro gruppo di ricerca - per estrarre, senza l'uso di solventi organici, pigmenti ed altre molecole di alto valore biologico e/o tecnologico da frutti, vegetali e alghe."

La Prof.ssa Laura Rossi ricercatrice del Consiglio per la ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA Alimenti e Nutrizione) : "tutti sappiamo che la dieta mediterranea è il modello alimentare più equilibrato e sano, quello che non sapevamo è che chi la segue risulta essere più informato e che putroppo è proprio la Campania, ossia la regione in cui la dieta mediterranea è nata che segue di meno questo regime alimentare".

La manifestazione si è conclusa con la consegna del prestigioso Premio Amedeo Pettini al Prof. Massimo Montanari, per il suo impegno a favore della cucina italiana.

Il Dott. Domenicantonio Galatà ha concluso l'evento con il lancio della sua nuova rubrica la Cucina Mediterranea per la prestigiosa rivista Italia a Tavola.   Gli iscritti a questa 3º edizione sono stati 150; Galatà e Laurendi hanno già avviato la macchina organizzativa per l'edizione 2024, anticipando l'arrivo di laboratori di nutrizione in cucina dedicati ai biologi con il coinvolgendo attivo delle aziende della ristorazione collettiva.  L'Associazione Italiana Nutrizionisti in Cucina ringrazia tutti i partecipanti, relatori, sponsor e sostenitori per aver contribuito al successo di questo importante evento dedicato alla promozione della salute attraverso la cultura alimentare.  In particolare le aziende Platatine ed EsserrePharma e il direttore di Italia a Tavola Alberto Lupini.

Per ulteriori informazioni: nutrizioneincucina@gmail.com / tel. 3891399462

News correlate
Al via Beer&Food Attraction: le filiere dell’Eating Out si riuniscono a Rimini

In fiera la 9ª edizione dell’appuntamento di Italian Exhibition Group, in contemporanea con la 6ª edizione di BBTech Expo e la 13ª edizione dell’International Horeca Meeting di Italgrob


Beer&Food Attraction: Scuola Italiana Pizzaioli a Rimini insieme agli spirits e alle birre artigianali scozzesi

Pizza e birra o pizza e cocktail? Entrambi i pairing sono perfetti se il piatto italiano per eccellenza incontra le birre artigianali e gli spirits della Scozia.


Cipolla Bianca di Margherita Igp: da domani al 9 febbraio a Fruit Logistica

Venduti nel 2023 un totale di 27mila quintali (-5% rispetto al 2022) ma con prezzi al produttore in salita del 25%


Taste 2024: il Parmigiano Reggiano torna a Firenze con un focus sulle lunghe stagionature in occasione del novantesimo anniversario del consorzio.

La XVII edizione della manifestazione fiorentina è l’occasione per celebrare l’anniversario della fondazione del Consorzio avvenuta nel 1934.


L’Italia è campione del mondo del Gelato

Ultim’ora Sigep: L’Italia vince la 10ª edizione di Gelato World Cup


MIA Pizzeria Creativa, Marco Montuori pronto a coinvolgere tutti i sensi con la sua creatività´culinaria senza confini

MIA Pizzeria Creativa , offre tutti gli ingredienti per vivere una preziosa esperienza sensoriale culinaria in un ambiente dove sentirsi a proprio agio , coccolati da un servizio impeccabile, e piatti eccellenti da gustare.


Carni rosse: economia, salute e società

Le carni rosse saranno al centro dell'evento che si terrà in corso Emanuele II, n 101 a Roma il 19 gennaio 2024.


AXOLUTE Comfort Hotel presenta un aperitivo sorprendente!

Un aperitivo UNICO per vivere una vera e propria esperienza immersi nell’atmosfera esclusiva di AXOLUTE Comfort Hotel, una location iconica di Cantù, in prossimità del Lago di Como.


Tutto il futuro del dolce nell’Innovation District di Sigep 20245

Il tema dell’innovazione è centrale alla 45esima edizione di Sigep - The Dolce World Expo organizzata da Italian Exhibition Group dal 20 al 24 gennaio 2024 alla fiera di Rimini.


‘25ZERO14’: IL “GIOVANE” GIN ITALIANO CHE VINCE E CONVINCE ANCHE ALL’ESTERO

Esportazioni in Spagna ma anche e soprattutto nuove affiliazioni da gennaio per un franchising che diventerà presto una punta di diamante dell’imprenditoria italiana