Arte e cultura
L’artista triestina Giulia Crimaldi, per la prima volta in mostra personale a Vienna, presenterà una selezione di opere che si sviluppano attraverso i due differenti stili che la contraddistinguono, la Pop Art e l’Iperrealismo
Sergio Ferroni

L’artista Giulia Crimaldi presenta la sua personale alla galleria CityGallery di Vienna

Foto cover: autoritratto

L’artista triestina Giulia Crimaldi, per la prima volta in mostra personale a Vienna, presenterà una selezione di opere che si sviluppano attraverso i due differenti stili che la contraddistinguono, la Pop Art e l’Iperrealismo, con un tocco di Metafisica, per mostrare al pubblico le declinazioni pittoriche verso cui la sua creatività si muove. Predisposta a lavorare su tematiche, l’artista presenterà la sua serie dedicata ai #Fishkiss, in cui immortala i pesci del meraviglioso mare della sua città, affidando loro l’interpretazione di caratteristiche di persone conosciute o che incontra casualmente nella sua vita e rappresentandoli in maniera Metafisica, decontestualizzandoli con sfondi neri; l’altra parte della sua produzione è dedicata ai Fichi d’India, piante caratteristiche del sud Italia e del bacino del Mediterraneo che rende protagoniste di tele di grandi dimensioni per abbracciare letteralmente l’osservatore con la loro sorridente positività;  e infine i ritratti in stile Pop Art dove però protagonista è la persona comune, il committente autoironico e disposto a mettersi in gioco per avere un ritratto divertente e giocoso, pensando di appartenere per un attimo al mondo iconico dei divi degli anni Cinquanta. Giulia Crimaldi, artista poliedrica che non riesce a rientrare in un solo stile, viene descritta così dalla critica internazionale Marta Lock che la introdurrà al pubblico viennese il giorno del vernissage:   “L’artista triestina Giulia Crimaldi sembra assorbire le esperienze pittoriche del Novecento,  dell’Iperrealismo, la Metafisica e la Pop Art, per mostrare il suo punto di vista sensibile e profondo nei confronti di ciò che colpisce la sua attenzione, mettendone in evidenza dettagli e aspetti che diventano veri e propri protagonisti delle sue tele. Per quanto riguarda invece la sua produzione Pop Art fa suo il pensiero di Warhol secondo cui chiunque ha diritto ad avere i suoi cinque minuti di celebrità e la applica ai ritratti dei quali sono protagonisti persone comuni o i committenti che desiderino farsi immortalare con uno stile divertente e colorato, quasi irriverente proprio perché gioca con l’autoironia di sentirsi divi, se non nella vita, almeno per il tempo della posa per un’opera che poi rimarrà a ricordare quel momento di gioco. La poliedricità espressiva della Crimaldi non può però essere trattenuta all’interno di un solo linguaggio pittorico e dunque la necessità di adattare lo stile al tema che sceglie di rendere protagonista diventa prioritaria rispetto a tutto il resto, come se la sua identità si frammentasse in tante sfaccettature ognuna delle quali ha il bisogno di emergere e di concretizzarsi sulla tela.”

 Giulia Crimaldi, che ha già tenuto una mostra personale all’estero, e precisamente a Parigi qualche anno fa, ha anche al suo attivo la presenza all’Art Basel 2023 con una poltrona disegnata dall’architetto Carlo Rampazzi e realizzata dall’artigiano Sergio Villa decorata con uno dei suoi ritratti Pop.    La mostra di Vienna avrà luogo dal 23 al 28 Ottobre 2023 presso la galleria CityGalleryVienna, in via Mahlerstraβe 11, nel primo distretto della capitale austriaca, e sarà presentata alla sua apertura dalla critica d’arte internazionale Marta Lock.

News correlate
Società Dante Alighieri, il Capo del Governo della Città di Buenos Aires Jorge Macri ricevuto a Roma

Italia, Argentina, mondo. L’italiano ci unisce. Lingua e cultura italiana in Argentina: il Capo del Governo della Città di Buenos Aires Jorge Macri ricevuto a Roma dalla Società Dante Alighieri a Palazzo Firenze


L’ artista Elio Tosti presenta la mostra personale  “Le Porte” .

Elio Tosti presenta presso la Borgo Pio Art Gallery di Roma la su personale “Le Porte” .


Roberto Croce presenta la sua ultima fatica letteraria “L’illusionista”

Nella elegante cornice dell’UNAR di Roma si è svolta la presentazione del libro “L’illusionista” di Roberto Croce, pubblicato da Giulio Perrone con il marchio Affiori.


Marcello Veneziani presenta a Palazzo Firenze il suo nuovo saggio  “L’amore necessario. La forza che muove il mondo”

Dopo i saluti iniziali del Segretario Generale della Dante Alessandro Masi, con l’autore interviene il giornalista e scrittore Luca Sommi. Modera la giornalista e conduttrice televisiva Greta Mauro. Letture dell’attore e doppiatore Luca Violini.


Manuel Felisi. 1:1

1:1 è un progetto dell’artista Manuel Felisi per il Museo Carlo Bilotti dedicato al mondo animale: un bestiario raffigurato su grandi tavole di legno posto in dialogo con il vicino Bioparco, il giardino zoologico più antico d’Italia.


    Parigi 2024 si prepara alle Olimpiadi all’insegna dell’arte tra i monumenti della città dalla Tour Eiffel al Grand Palais.

Azione e movimento dell'Olimpismo sono celebrati con l’esposizione dell’opera più iconica che, ribaltando le convenzioni, diventa sforzo sublime del dinamismo, corpo e azione.


Maura Ianni e Lisa Di Giovanni presentano presso la Borgo Pio Art Gallery di Roma il nuovo libro  “Libere spudorate sinapsi alfabetiche”.

Dopo i grandi successi ottenuti, tornano dai loro lettori Maura Ianni e Lisa Di Giovanni con il nuovo libro “Libere spudorate sinapsi alfabetiche”.


Il maestro Marcos Antonio Gutierrez vola e atterra a Parigi con la sua Pop Art astratta

Dopo aver presentato le sue nuove “creature” pittoriche a Roma e in molte altre città italiane e all’estero, il maestro Marcos Antonio Gutierrez ha esposto al Palazzo delle Esposizioni parigino (Expo Porte de Versailles, Paris)


Giovani e speranze “A Casa di Lucia”.

La storia vive e si tramanda con i fatti. Storia, infatti, non è solo ricordare ma anche tramandare, dare testimonianza.


Julio Le Parc “Melodia”

La Galleria Continua e` lieta di presentare una nuova mostra personale di Julio Le Parc, intitolata “Melodia”, nei suoi spazi a Roma, all’interno del prestigioso hotel The St. Regis Rome.