Turismo
Le Isole Bahamas, con oltre 700 isole e isolotti e 16 destinazioni insulari uniche, si trovano a soli 80 km dalla costa della Florida e offrono una facile e accessibile fuga dalla quotidianità
Manuela Lascari

Bahamas, che cultura!

Quando si immaginano le Bahamas, è facile vedere l’arcipelago come una distesa di gemme splendenti incastonate nel blu profondo e limpido dell’oceano. tra gigantesche barriere coralline e una biodiversità unica che costituisce il vero tesoro di questi mari.  E poi? E poi ci sono i bahamensi!  La cultura delle Bahamas è quanto di più complesso e variegato si possa immaginare:  un meltingpot che ha radici ben più antiche dell’arrivo di Cristoforo Colombo che proprio qui, nell’isola di San Salvador, poté finalmente gridare “terra, terra” dopo mesi e mesi di navigazione.  Nelle città si respira davvero la storia dell’arcipelago, la si legge nei volti delle persone e nella musica, la si assapora nella cucina popolare. In fondo, se le Bahamas sono l’angolo di paradiso che tutti sognano di visitare almeno una volta nella vita, è anche e soprattutto per i modi in cui un territorio straordinario è stato plasmato in modo unico e irripetibile dalla cultura locale, che vale la pena di conoscerle da vicino.

Musica, costumi e colori: Junkanoo, il festival più atteso dell’anno.Più che un festival, il Junkanoo che può essere considerato come la sfilata carnevalesca più nota dei Caraibi,  è un’occasione di incontro per la comunità locale: dopo aver impiegato mesi a preparare i costumi da sfoggiare in occasione delle sfilate che si tengono nella notte tra il 25 e il 26  e tra il 31 Dicembre e Capodanno, i bahamensi si ritrovano in strada per assaporare un momento di comunione  e condivisione. Il ritmo lo scandiscono i campanacci,  i fischietti, i corni e i  tamburi, tra danze esuberanti e un clima di euforia diffusa che solo una festa così attesa e amata può regalare.  Lenny Kravitz,  la leggendaria rockstar di origini bahamensi, ha voluto realizzare, insieme a musicisti locali, una versione Junkanoo del suo grande successo FlyAway. Per dirla con le parole di Lenny, “non c’è nulla come il Junkanoo, con i suoi costumi, i suoi colori, il ritmo davvero contagioso di questo popolo, così orgoglioso e coraggioso!”.  Il Junkanoo è diffuso in tutto l’arcipelago, ma in Bay Street a Nassau avrete modo di vedere gli abitanti fare davvero le cose in grande non solo a Dicembre, ma anche ogni Sabato di Luglio con il JunkanooSummer Festival  dove, insieme ai colori e alla musica del Junkanoo,  potrete gustare tutti i sapori delle Bahamas.   Per immergersi nello spirito del Junkanoo, osservarne da vicino i costumi, gli accessori, gli strumenti, vale la pena  visitare Educulture Bahamas. L'esperienza al Museo del Junkanoo prevede anche una presentazione sulla sua storia: un video della sfilata,  la dimostrazione interattiva della musica Junkanoo e l’illustrazione della realizzazione dei costumi nel corso dei secoli ed anche dei manufatti storici raffiguranti la vita delle Bahamas.

Un festival dell’ananas sull’isola di Eleuthera.  Eleuthera è famosa  in tutto il mondo per la dolcezza dei suoi ananas, ed è proprio qui che va in scena ogni anno nel fine settimana del LabourDay che quest’anno sarà il  2 Giugno 2023,  il Pineapple Festival, un evento imperdibile a cui, oltre che i locali, accorrono visitatori da ogni parte del mondo. I partecipanti possono sfidarsi in competizioni culinarie, sport e giochi impensabili basati su questo frutto delizioso, e anche in una gara a chi mangia più ananas. Ad accompagnare il tutto, naturalmente, i ritmi del Junkanoo  con  intrattenimenti dal vivo.

National HeroesDay.  Alle Bahamas il secondo Lunedì di Ottobre è dedicato ad onorare le persone che si sono impegnate nel corso dell’anno per il progresso e la prosperità del paese. Fino al 2013 la giornata era chiamata “DiscoveryDay” ma oggi, invece, è giustamente rivolta agli eroi nazionali, coloro che hanno fatto e stanno facendo la Storia dell’arcipelago. Vengono premiati i cittadini che, impegnati in vari settori, si sono distinti nel corso dell’anno per il loro duro lavoro. Le famiglie bahamensi dedicano questo giorno festivo ad attività di gruppo come grigliate o picnic sulla spiaggia, e talvolta i festeggiamenti proseguono per tutta la settimana!

Street art a Nassau: la cultura sui muri della capitale. La scena artistica delle Bahamas è giovane e dinamica, e riflette appieno l’orgoglio e la forza della popolazione locale, rappresentandone la mentalità e la cultura attraverso forme e colori. Nassau, in particolare, capitale dell’arcipelago, ha visto i suoi muri riempirsi, negli ultimi anni, dei lavori delle più talentuose streetartist delle isole, da Darchell Henderson ad Angelika Wallace-Whitfield.    Legacy di Darchell Henderson, ad esempio, celebra il popolo delle Bahamas e la sua complessa stratificazione storica con un volto maschile severo che guarda davanti a sé con fierezza, posto tra i visi di un nativo americano e quello di un capotribù dell’Africa occidentale.   Le nuove minacce che l’umanità si trova a fronteggiare richiedono determinazione e coraggio, senza le quali la speranza diventa vana. È questo quello che sembra suggerire Angelica Wallace-Whitfield con il suo progetto “Hopeis a weapon” che, con la diffusione di questo messaggio in vari punti della città di Nassau, intende restituire al concetto di speranza una sfumatura “attiva”, svincolata da un’attesa in cui  le cose si mettano a posto da sole. Dal 2019, in collaborazione con la National Art Gallery of the Bahamas, Wallace-Whitfield ha avviato un’attività di merchandising i cui proventi sono stati devoluti alle vittime dell’uragano Dorian.    Anche l’artista June Collie ha lavorato su commissione della National Art Gallery of the Bahamas, con una serie di murales dedicati a personaggi femminili ritratti nella loro quotidianità. Le donneriitratte  daJune Collie sono disinvolte e sicure nell’ordinarietà delle loro vite, nei cui profili è semplice riconoscersi,  sebbene esse siano anche paladine di confidenza ed autostima. 

Musei e gallerie. Una storia così ricca non poteva restare senza un capillare apparato di musei e gallerie, ricchi di testimonianze e di narrazioni avvincenti dai secoli passati ai giorni nostri a partire dal Balcony House Museum, gioiello architettonico risalente al XVIII secolo e presumibilmente la residenza più antica a Nassau.   All’interno dell’antica ‘borsa’ di Nassau è ospitato il Museo della Schiavitù e dell’Emancipazione, dedicato a Pompey, uno schiavo coraggioso delle Exuma. Dal 1992 museo, la Vendue House,  così si chiama l’edificio della Borsa,  era utilizzata come mercato, inclusa la compravendita di schiavi.  All’Heritage Museum di Nassau, è esposta una vasta collezione di oggetti legati alla storia locale, comprendente reliquie e tesori che abbracciano i secoli dai giorni di Colombo all'era della pirateria, la schiavitù e la vita nelle piantagioni, la vita nelle Out Islands durante i primi anni del 1900, i giorni del Duca di Windsor, le varie edizioni della famosa corsa automobilistica Bahamas Speed ??Week e molto altro ancora.  Chiudiamo la carrellata con il museo dedicato alla vita dei pirati che un tempo infestavano queste isole: un’esperienza interattiva e divertente, adatta alle famiglie.

Le Isole Bahamas,  con oltre 700 isole e isolotti e 16 destinazioni insulari uniche, si trovano a soli 80 km dalla costa della Florida e offrono una facile e accessibile fuga dalla quotidianità. Queste  stupende isole con le loro migliaia di chilometri di acque tra le più spettacolari della terra e spiagge incontaminate che aspettano famiglie, coppie ed amanti dell’avventura,  offrono attività di pesca, nautiche, immersioni, birdwatching e molto altro di livello mondiale.

News correlate
La sorprendente area vacanze sci e malghe Rio Pusteria

Una settimana bianca appagante per tutti!


Alpi Centrali: la montagna wild secondo OverAlp - Valchiavenna, Valtellina ed Engadina, insieme per un’avventura energetica e unica.

OverAlp, tour operator specializzato in outdoor e montagna, vi porta alla scoperta delle tre valli regine dello sci alpinismo, a cavallo tra Alpi Orobie e Retiche d’Italia e Svizzera.


Polonia, culla dell’eliocentrismo: sulle tracce di Copernico

Nel 2023 la Polonia festeggia i 550 anni dalla nascita di uno degli astronomi più famosi e influenti della storia: Niccolò Copernico, padre dell’eliocentrismo, la prima personalità del Rinascimento che osò sfidare le leggi di Aristotele e Tolomeo.


Nico Valsesia ospite a La Thuile per presentare il documentario “Ascension to Ararat”

Un “From Zero to” (ndr. progetto ideato dallo stesso atleta) particolarmente emozionante per Nico, accompagnato dal figlio Felipe in questa avventura dal mare alla vetta.


Malta color argento

C’è chi sceglie l’arcipelago maltese come buen retiro per trascorrere gli anni della pensione tra storia, cultura e sole. Ma per gli stessi motivi, in qualsiasi momento, Malta è perfetta anche per una vacanza


Sci solidale: La Thuile scende in pista per sostenere la ricerca Telethon sulle malattie genetiche rare.

Torna lo Sci Solidale a La Thuile, che sabato 21 gennaio vedrà la presenza di iniziative speciali sulle piste del lato Wild del Monte Bianco.


Slovenia: Kranjska Gora, capitale mondiale degli sport invernali 2023

A Kranjska Gora, tradizionale sede della Coppa del Mondo di salto con gli sci, quest’anno le cose si fanno serie.


Accessibilità a La Thuile

La nota località sciistica valdostana è raggiungibile da Morgex, passando dal Colle San Carlo.


Bahamas, the joy of Junkanoo

Se cercate un’immersione nella cultura e nella tradizione delle Bahamas, il modo migliore per farlo è partecipare ai festeggiamenti del Junkanoo. “Non c’è nulla come il Junkanoo. Il battito è così virale, così potente’, Lenny Kravitz”


Viaggia con Carlo: Ecuador, in discesa sulle acque del Cononaco

Un’avventura unica e irripetibile alla scoperta di uno dei territori più remoti e affascinanti del pianeta