Musica
Alberto Pibiri, star internazionale del jazz, pianista ultracelebre nella Grande Mela, ci presenta il suo primo album in trio “Stardust”, registrato al Samurai Hotel Recording, Astoria, NY, mixato e masterizzato da Mike Marciano.
Sergio Ferroni

Stardust jazz in trio nell’album di Alberto Pibiri

La band è il classico Jazz Trio formato da  pianoforte, basso e batteria;  ad affiancare Pibiri, il bassista Essiet Okon,  Essiet figura leggendaria che ha suonato con Art Blakey e il batterista Joe Farnsworth drummer tra i più virtuosi di questa generazione.  L'album è già arrivato nella top 50 delle Jazz Week Charts degli Usa,  nella classifica Radio.  Le undici tracce dell’album sono un mix and match di composizioni originali e di cover, tutte prodotte ed arrangiate dallo stesso Alberto Pibiri.  Alta scuola e virtuosismi tipici del jazz nelle composizioni originali da Crazeology ispirato all'Ahmad Jamal Trio e standards come Lullaby of the Leaves o Angel Eyes, mentre Nigerian Market Place è una composizione originale scritta da Oscar Peterson, un autore a cui Pibiri si è ispirato e che ascolta da quando era bambino.  Stardust, invece, è un’intensa composizione di Hoagy Carmichael, ed è la traccia che da il titolo all’album: un vero e proprio messaggio di speranza, post pandemia.  Alberto Pibiri, infatti, proprio sul retro dell’album ha voluto scrivere di suo pugno, un messaggio di speranza e resilienza: "Anche nei tempi più bui c'è sempre una polvere di stelle di speranza e pace".

Chi è Alberto Pibiri:

Un vero e proprio prodigio musicale Alberto Pibiri, nato in Sardegna a Cagliari, ormai basato da anni a New York,  conclamata star del jazz di fama internazionale.  Il percorso musicale di Pibiri inizia con la musica classica,  quando si iscrive al Conservatorio Giovanni Pierluigi da Palestrina, dove completa gli studi in cinque anni, invece dei soliti dieci richiesti per la formazione in pianoforte classico.  Ma la sua vera vocazione era il jazz. Forma un trio jazz dopo aver completato gli studi classici per eseguire le opere di Oscar Peterson, sua grande fonte di ispirazione.  Inizia a lavorare con Sheila Jordan a Parigi e poi anche con Dave Stryker.  Ora Alberto Pibiri è una figura di spicco della scena jazz di New York.  Sideman che ha girato tutto il mondo, si è esibito nei più importanti locali e festival jazz, fino ad approdar  e alla Carnegie Hall di New York.  Alberto Pibiri è anche il protagonista del documentario di Giuseppe Carrieri “Italiani fuori, dalla Sardegna a New York: il talento jazz di Alberto Pibiri”,  che ha avuto un successo online senza precedenti.

Dicono di lui:

“Si è chiaramente affermato come un meraviglioso compositore jazz e straordinario pianista.Senza dubbio, una voce da ascoltare!” - Marco Sherman   “Ho conosciuto Alberto al Veneto Jazz Workshop di Bassano del Grappa in Italia. Io e mia moglie eravamosbalorditi dal suo entusiasmo e dalla sua energia positiva. Ti rende felice il solo fatto di ascoltarlo." – Dave  Stryker.

News correlate
[THESAURUS LINGUAE LATINAE]: Gloriam Musicantes

Ite in mundum universum et diffundite musicam dance omni creaturae


Concerti, mostra e visite guidate per celebrare il centenario della nascita di Fausto Papetti

Fausto Papetti: il Museo del Sax celebra il centenario della nascita del sax crooner con mostra, concerti e visite guidate.


Musica raffinata e testi ispirati. Esce l'ultimo disco di LEDA

"Le pagine dei ricordi" il nuovo disco di inediti di LEDA è ora disponibile su tutte le piattaforme digitali. Per volere della cantautrice i proventi andranno totalmente in beneficenza.


Capodanno a Roma: in 80mila al Circo Massimo ballano e si emozionano ai ritmi dell’archetto luminoso di Andrea Casta

Anche il violinista internazionale “Jedi” nel cast del concertone insieme a Franco 126, Madame, Elodie e Sangiovanni


Omaggio ad Adolphe Sax, l’uomo che inventò il sassofono

In omaggio al grande inventore del saxofono, Adolphe Sax, il museo con la più grande collezione al mondo di questo storico e amatissimo strumento a fiato, organizza un doppio evento di inaugurazione della stagione concertistica autunnale.


Il grande jazz torna al Birrificio Agricolo Podere 676 di Testa di Lepre.

Una sorta di appendice della 2a Edizione del Fiumicino Jazz Festival organizzata dal Museo del Saxofono di Fiumicino


Bellini Festival, al via la XIV edizione tra star e rarità

Torna la manifestazione culturale che rende omaggio al grande compositore nella sua città natale con la direzione artistica di Enrico Castiglione


Attori, blasoni e intellettuali per riscoprire il compositore Rodolfo Zanni, nel centenario del suo ultimo grandioso concerto a Buenos Aires

Alla Casa Argentina gran successo per il concerto in onore del Mozart argentino con folla vip


Al via la seconda edizione del “Fiumicino Jazz Festival”

Grandi nomi del jazz nazionale ed internazionale per la seconda edizione del Fiumicino Jazz Festival, la manifestazione ideata dal Museo del Saxofono


Servillo/Girotto/Mangalavite aprono “La voce della terra” con un omaggio a Lucio Dalla

La Valnerina torna in prima linea culturale con la nuova edizione de “La voce della terra”, il festival di turismo e musica ideato e organizzato dall'Associazione Visioninmusica con la direzione artistica di Silvia Alunni