Arte e cultura
L’istituto di Cultura Egiziano di Roma ha Inaugurata la mostra “Roma – Il Cairo, l’inizio di un viaggio.”
Sergio Ferroni

“Roma – Il Cairo, l’inizio di un viaggio.”

Inaugurata, venerdì 29 luglio:  “Roma – Il Cairo, l’inizio di un viaggio.”  Una ottima mostra di pittura e scultura, con la testimonianza delle opere e delle visioni d’arte di alcuni fra i più grandi maestri del ‘900. Una cerimonia singolare, curata in ogni piccolo particolare, svoltasi alla presenza di varie autorità diplomatiche a Roma, del Ministro Plenipotenziario Nagui Caba e dell’Addetto Culturale dell’Ambasciata Araba d’Egitto Marwa Fawzy (già Professore associato di letteratura italiana - Università di Ain Shams). Cornice dell’evento è stata l’oasi, del suggestivo palazzo che ospita l’Ufficio Culturale Egiziano aperto a Roma nel 1949. L’Ufficio, che è il Centro di Cultura Egiziana, è dotato di una ricca biblioteca, che raccoglie preziose fonti arabe, con sala di lettura; e tre sale per esposizioni che accolgono abitualmente mostre d’arte, conferenze, concerti e proiezioni cinematografiche. L’Ufficio Culturale Egiziano da anni promuove iniziative culturali di spessore, con l’intento di favorire lo scambio culturale e, le relazioni internazionali, anche attraverso ogni forma di letteratura, poesia o con il ricorso a tutte le articolazioni dell’Arte. La mostra è stata realizzata e allestita grazie al contributo delle opere degli Artisti che hanno aderito all’apposito invito di Michele Crocitto e Rosario Sprovieri (gli organizzatori dell’esposizione internazionale). Alle pareti sono state issate le opere di: Patrizia Astorri, Noemi Aversa, Emanuele Biagioni, Rosa Cacace, Donatella Calì, Elena Cappellini, Marco Castellari, Biagio Cerbone, Matilde Cervino, Pietro Crivellari, Anna D’Elia, Gianna Danese, Ornella De Rosa, Silvia Di Pietro, Claudio Fezza, Donatella Di Francia, Gabriella  Cordopatri, Federica Gabrielli, Gabriele Giardini, Franco Girondi, Giuliano Grittini, il giovanissimo Leon, Adolfo Magnelli, Lorena Massucci, Giulio Cesare Matusali,  Roberto Micheli, Roberta Modena, Romina Monteleone,  Stefania Nicolini, Alessio Papa, Vincenzo Pizzorusso, Maurizio Pochesci, Flavia Polverini, Domenico Risiglione, Evgenia Smirnova, Barbara Tonici, Eleonora Vittorini Orgeas e Ernestina Zavatarelli.  Il numeroso pubblico intervenuto, ha avuto la possibilità di ammirare con attenzione e con cura,  anche una straordinaria selezione di opere di alcuni artisti di importanza straordinaria, maestri d’arte che hanno inciso nella storia dell’Arte Italiana, della fine del secolo scorso e degli anni dell’attualità. Gli organizzatori a tal proposito hanno inteso combinare, a mò di specchio, le espressioni d’arte più note e più riconosciute, proprio per rendere gli ambienti della mostra, una vera palestra di confronto, fra uomini e donne che vogliono e che dichiarano di appartenere alle molteplicità delle espressioni dell’Arte.  Per questo uno degli ambienti – ha avuto il privilegio di ospitare “i grandi maestri ”(docenti di tante accademie Italiane e, membri dei più noti movimenti artistici): Giampaolo Berto, Lillo Messina, Turi Sottile e Aldo Turchiaro. Sulle pareti difronte, sono state poi ospitate anche le opere del maestro Carlo Quaglia, di Franco Azzinari, del pittore modenese Giuseppe Menozzi, del maestro Claudio Fezza. La mostra si protrarrà sino ai primi giorni del prossimo mese di settembre e, per il “Finissage sono previste tante piacevoli sorprese: una serie di presentazione di opere innovative e uniche, conepite e realizzate proprio per rendere un  vero servizio dell’arte e degli artisti!” Lo ripetono a due voci, gli organizzatori Crocitto e Sprovieri. Alcune innovazioni, abbastanza rivoluzionarie, saranno mostrate direttamente agli artisti e agli ospiti che interverranno, nelle giornate conclusive dell’evento: la prima, “Art Pack” sarà il nuovo modo di far viaggiare l’arte, con un elegante packaging espressamente predisposto, la seconda, “L’Affresco Digitale” una vera sorpresa della tecnologia, che permetterà ad ogni artista di trasferire le sue opere su qualsiasi superfice,  a mò di affresco, con un processo ultraveloce e con una garanzia di longevità di durata pari a cent’anni! La terza, il nuovo modo di usare il merchandising, appositamente realizzato per la valorizzazione delle opere d’arte con l’utilizzo dell’oggettistica, delle ceramiche, dell’oro e dei gioielli, nonché dei filati e delle stoffe. (Ci sarà una presentazione apposita del logo: “Dress your soul”). Ed infine la presentazione della nuova tecnologia degli Ologrammi e della pittura in NTF. Dunque un appuntamento da annotare in agenda, fra fine agosto e inizio Settembre; Ufficio Culturale della Repubblica Araba D’Egitto, Colle Oppio, Via delle Terme di Traiano,13 tel. 06 4872351 uffculturalegiziano@yahoo.it Facebook: ufficioculturalegizianoitalia – vi apettiamo tutti, c’è ancora tempo per far visita alla Mostra di Pittura e arti visive “Roma – Il Cairo, l’inizio di un viaggio.” a Cura di Michele Crocitto e Rosario Sprovieri. Rs

News correlate
Grande successo di pubblico e critica per l'inaugurazione della mostra "Metamorfosi"

La mostra "Metamorfosi" è il secondo appuntamento all’interno dello spazio itinerante Zweigstelle Capitain nello storico quartiere di San Lorenzo a Roma, curato dalla Galerie Gisela Capitain di Colonia.


L’opera “La luce della Vita” dell’artista romana Paola Salomè al Padiglione Nazionale Grenada alla Biennale di Venezia

Numerose sono negli anni le pubblicazioni che recensiscono la produzione dell’artista Paola Salomè e i riconoscimenti conseguiti.


A Tivoli “Roccafest”

Giornata multidisciplinare per i giovani - Maratona letteraria, laboratori, spettacoli


Una finestra sull’arte: La Pop Art di Massimo Paravani.

La Pop Art è una delle correnti artistiche che hanno rivoluzionato il mondo dell'Arte, appare in Gran Bretagna negli anni 50/60, ma attecchisce e si sviluppa prima negli USA rimbalzando poi con la sua influenza in Europa.


 “Protagonisti del tempo d’Arte”  il progetto artistico di Angiolina Marchese e l’esposizione alla Galleria  della Biblioteca Angelica

Non un semplice catalogo d’arte, ma un progetto coraggioso culturale- artistico curato da Angiolina Marchese il volume “Protagonisti del tempo d’Arte”, edito da Infuga Edizioni.


Open Project svela il concept “Respiro”, il nuovo centro green di San Lazzaro di Savena

L’ultimo concept di Open Project è la rigenerazione degli spazi pubblici del centro del comune di San Lazzaro di Savena, cittadina alle porte di Bologna.


SENSO - Installazione di Monica Pennazzi con Ivan Macera - A cura di Roberta Melasecca

Terra-Arte presenta, nella grotta dei Giardini di Jos, l’installazione Senso di Monica Pennazzi in collaborazione con Ivan Macera, a cura e con un testo di Roberta Melasecca, con il supporto di blowart e Interno 14 next.


Achille Perilli  presenta lo “Lo spazio immaginario”

Appuntamenti da non perdere, di questi giorni di fine estate nella cornice autunnale di Roma capitolina. A raccontarlo il critico d’arte Francesco Gallo Mazzeo.


Presentato a Teramo “eXtramuros”, promosso dall’Associazione blowart, da un’idea di Luca Pilotti, curato da Roberta Melasecca

eXtramuros, è un progetto che nasce per “aprire” metaforicamente le porte della città di Teramo a chi vi ha vissuto e sta facendo esperienze importanti altrove e a chi vuole “uscire” e cerca un’ispirazione


Silvio Raffo presenta a Roma la traduzione delle poesie di Dorothy Parker “Veleni e Champagne”

Silvio Raffo poeta narratore e traduttore presenta la sua traduzione delle poesie dell’americana Dorothy Parker reginetta dell’età del jazz: “Veleni e Champagne” (Edizioni De Piante)